Nuove frontiere nello studio dei batteri acetici: la DGGE