Il modello Flipped Classroom, attraverso la costruzione di contesti educativi plurimi, permette l’individualizzazione e la personalizzazione dell’apprendimento (Baldacci, 2002). La flessibilità di tempi e spazi e la collegialità dello studio offrono un maggior coinvolgimento dell’alunno e maggior responsabilità nel costruire la conoscenza (Cecchinato & Papa, 2016). Nonostante ciò, questa metodologia è poco diffusa e indagata nella scuola primaria (Aidinopoulou & Sampson, 2017). Il presente lavoro intende dunque esplorare questo modello nella scuola primaria italiana. Lo studio ha coinvolto due classi quarte: il gruppo sperimentale ha studiato storia in modalità Flipped, mentre il gruppo di controllo ha seguito l’approccio tradizionale. L’obiettivo era indagare l’effetto della Flipped Classroom sull’apprendimento e valutare il coinvolgimento di variabili trasversali, come metacognizione e creatività, in un simile contesto. Sono stati somministrati: un questionario sulla metacognizione auto-percepita (Vandevelde, Van Keer & Rosseel, 2013) e uno sulla metacognizione etero-percepita (Carr & Kurtz, 1991), un test di creatività (Guilford, 1967) e una prova di conoscenza. I risultati hanno mostrato un effetto mediato (dagli stili metacognitivi) e moderato (dal genere) della condizione sull’apprendimento. La metacognizione risulta pertanto fondamentale per un buon apprendimento (Cornoldi, 1995) anche in un contesto di Flipped Classroom. Per quanto riguarda la creatività, non sono emersi effetti significativi.

Flipped classroom e insegnamento tradizionale a confronto: una ricerca nella scuola primaria / Cadamuro, Alessia; Di Bernardo, Gian Antonio; Lazzaretti, Letizia; Bisagno, Elisa; Vezzali, Loris. - (2019). (Intervento presentato al convegno Convegno internazionale SIRD-SIe-L “Learning analytics. Per un dialogo tra pratiche didattiche e ricerca educativa tenutosi a Roma nel 10-11 maggio 2019).

Flipped classroom e insegnamento tradizionale a confronto: una ricerca nella scuola primaria

Cadamuro, Alessia;Di Bernardo, Gian Antonio;LAZZARETTI, LETIZIA;BISAGNO, ELISA;Vezzali, Loris
2019-01-01

Abstract

Il modello Flipped Classroom, attraverso la costruzione di contesti educativi plurimi, permette l’individualizzazione e la personalizzazione dell’apprendimento (Baldacci, 2002). La flessibilità di tempi e spazi e la collegialità dello studio offrono un maggior coinvolgimento dell’alunno e maggior responsabilità nel costruire la conoscenza (Cecchinato & Papa, 2016). Nonostante ciò, questa metodologia è poco diffusa e indagata nella scuola primaria (Aidinopoulou & Sampson, 2017). Il presente lavoro intende dunque esplorare questo modello nella scuola primaria italiana. Lo studio ha coinvolto due classi quarte: il gruppo sperimentale ha studiato storia in modalità Flipped, mentre il gruppo di controllo ha seguito l’approccio tradizionale. L’obiettivo era indagare l’effetto della Flipped Classroom sull’apprendimento e valutare il coinvolgimento di variabili trasversali, come metacognizione e creatività, in un simile contesto. Sono stati somministrati: un questionario sulla metacognizione auto-percepita (Vandevelde, Van Keer & Rosseel, 2013) e uno sulla metacognizione etero-percepita (Carr & Kurtz, 1991), un test di creatività (Guilford, 1967) e una prova di conoscenza. I risultati hanno mostrato un effetto mediato (dagli stili metacognitivi) e moderato (dal genere) della condizione sull’apprendimento. La metacognizione risulta pertanto fondamentale per un buon apprendimento (Cornoldi, 1995) anche in un contesto di Flipped Classroom. Per quanto riguarda la creatività, non sono emersi effetti significativi.
2019
Convegno internazionale SIRD-SIe-L “Learning analytics. Per un dialogo tra pratiche didattiche e ricerca educativa
Roma
10-11 maggio 2019
Cadamuro, Alessia; Di Bernardo, Gian Antonio; Lazzaretti, Letizia; Bisagno, Elisa; Vezzali, Loris
Flipped classroom e insegnamento tradizionale a confronto: una ricerca nella scuola primaria / Cadamuro, Alessia; Di Bernardo, Gian Antonio; Lazzaretti, Letizia; Bisagno, Elisa; Vezzali, Loris. - (2019). (Intervento presentato al convegno Convegno internazionale SIRD-SIe-L “Learning analytics. Per un dialogo tra pratiche didattiche e ricerca educativa tenutosi a Roma nel 10-11 maggio 2019).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/1176885
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact