Cedrelopsis grevei H. Baillon, noto anche come Katrafay, è una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Ptaeroxylaceae, originaria del Madagascar. L’olio essenziale ottenuto dalla corteccia è largamente utilizzato nella medicina popolare per curare reumatismi e dolori muscolari; è anche impiegato come agente antibatterico ed antimicotico. In letteratura non è stata descritta un’indagine approfondita della composizione dell’olio essenziale di C. grevei e le relative proprietà antimicrobiche non sono state investigate in modo dettagliato. Questo studio è stato pertanto finalizzato alla caratterizzazione chimica completa dell’olio essenziale ottenuto dalla corteccia di C. grevei, insieme alla valutazione delle sue attività antimicrobiche verso batteri fitopatogeni. I campioni di olio essenziale, forniti dalla ditta Ophera s.r.l., sono stati caratterizzati e quantificati rispettivamente mediante tecniche GC-MS e GC-FID. Utilizzando i dati di ritenzione e gli spettri di massa sono stati identificati 35 composti, che rappresentano l’80% della composizione totale dell’olio essenziale. L’analisi semi-quantitativa è stata effettuata utilizzando le aree sottese ai picchi cromatografici e applicando fattori di risposta relativi (RRFs) pari a 1. I componenti principali determinati nei campioni analizzati in questo studio sono rappresentati da ishwarane (25.2%), β-elemene (10.3%), α-copaene (8.8%), calamenene (6.2%), β-selinene (3.4%), γ-muurolene (2.6%), α-muurolene (2.3%) e β-pinene (2.0%). La composizione quantitativa dell’olio essenziale è stata inoltre valutata in modo più approfondito utilizzando i valori di RRFs predetti e i corrispondenti sperimentali, con il metil octanoato come standard interno. In virtù della funzione in genere espletata in natura dagli oli essenziali accumulati nei tessuti tegumentali, l'olio essenziale di C. grevei è stata testato per la prima volta per la sua attività antimicrobica nei confronti di batteri fitopatogeni di interesse per l'agricoltura biologica, quali Agrobacterium tumefaciens, Agrobacterium vitis, Clavibacter michiganensis sub. michiganensis e Pseudomonas syringae pv syringae.

Caratterizzazione fitochimica e attività antimicrobica dell'olio essenziale di Cedrelopsis grevei H. Baillon / Tardugno, Roberta; Pellati, Federica; R., Bruni; G., Sacchetti; L., Pecorari; Benvenuti, Stefania. - In: NATURAL 1. - ISSN 1721-1425. - STAMPA. - 127:(2013), pp. 68-69. ((Intervento presentato al convegno I Congrsso Nazionale della Società Italiana per la Ricerca sugli Oli Essenziali (SIROE) tenutosi a Roma nel 15-17 Novembre 2013.

Caratterizzazione fitochimica e attività antimicrobica dell'olio essenziale di Cedrelopsis grevei H. Baillon

TARDUGNO, ROBERTA;PELLATI, Federica;BENVENUTI, Stefania
2013

Abstract

Cedrelopsis grevei H. Baillon, noto anche come Katrafay, è una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Ptaeroxylaceae, originaria del Madagascar. L’olio essenziale ottenuto dalla corteccia è largamente utilizzato nella medicina popolare per curare reumatismi e dolori muscolari; è anche impiegato come agente antibatterico ed antimicotico. In letteratura non è stata descritta un’indagine approfondita della composizione dell’olio essenziale di C. grevei e le relative proprietà antimicrobiche non sono state investigate in modo dettagliato. Questo studio è stato pertanto finalizzato alla caratterizzazione chimica completa dell’olio essenziale ottenuto dalla corteccia di C. grevei, insieme alla valutazione delle sue attività antimicrobiche verso batteri fitopatogeni. I campioni di olio essenziale, forniti dalla ditta Ophera s.r.l., sono stati caratterizzati e quantificati rispettivamente mediante tecniche GC-MS e GC-FID. Utilizzando i dati di ritenzione e gli spettri di massa sono stati identificati 35 composti, che rappresentano l’80% della composizione totale dell’olio essenziale. L’analisi semi-quantitativa è stata effettuata utilizzando le aree sottese ai picchi cromatografici e applicando fattori di risposta relativi (RRFs) pari a 1. I componenti principali determinati nei campioni analizzati in questo studio sono rappresentati da ishwarane (25.2%), β-elemene (10.3%), α-copaene (8.8%), calamenene (6.2%), β-selinene (3.4%), γ-muurolene (2.6%), α-muurolene (2.3%) e β-pinene (2.0%). La composizione quantitativa dell’olio essenziale è stata inoltre valutata in modo più approfondito utilizzando i valori di RRFs predetti e i corrispondenti sperimentali, con il metil octanoato come standard interno. In virtù della funzione in genere espletata in natura dagli oli essenziali accumulati nei tessuti tegumentali, l'olio essenziale di C. grevei è stata testato per la prima volta per la sua attività antimicrobica nei confronti di batteri fitopatogeni di interesse per l'agricoltura biologica, quali Agrobacterium tumefaciens, Agrobacterium vitis, Clavibacter michiganensis sub. michiganensis e Pseudomonas syringae pv syringae.
127
68
69
Tardugno, Roberta; Pellati, Federica; R., Bruni; G., Sacchetti; L., Pecorari; Benvenuti, Stefania
Caratterizzazione fitochimica e attività antimicrobica dell'olio essenziale di Cedrelopsis grevei H. Baillon / Tardugno, Roberta; Pellati, Federica; R., Bruni; G., Sacchetti; L., Pecorari; Benvenuti, Stefania. - In: NATURAL 1. - ISSN 1721-1425. - STAMPA. - 127:(2013), pp. 68-69. ((Intervento presentato al convegno I Congrsso Nazionale della Società Italiana per la Ricerca sugli Oli Essenziali (SIROE) tenutosi a Roma nel 15-17 Novembre 2013.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/985711
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact