Ancora su Guyau e Bergson