Estetica della biologia. Dalla Scuola di Montpellier a Henri Bergson