La più celebre orazione inaugurale di Vico viene scrutinata per fare emergere diversi temi e suggestioni di matrice aristotelica. Da un lato, questo avviene sul piano della pura analisi del testo, dall’altro, su un piano teorico-critico, si evidenzia come mai Vico abbia attirato più di un autore neoriatsotelico contemporaneo.

Ambigue persistenze aristoteliche nel De nostri temporis studiorum ratione di Giambattista Vico / Zanetti, Gianfrancesco. - In: BOLLETTINO DEL CENTRO DI STUDI VICHIANI. - ISSN 0392-7334. - STAMPA. - XXI:(1991), pp. 79-92.

Ambigue persistenze aristoteliche nel De nostri temporis studiorum ratione di Giambattista Vico

ZANETTI, Gianfrancesco
1991

Abstract

La più celebre orazione inaugurale di Vico viene scrutinata per fare emergere diversi temi e suggestioni di matrice aristotelica. Da un lato, questo avviene sul piano della pura analisi del testo, dall’altro, su un piano teorico-critico, si evidenzia come mai Vico abbia attirato più di un autore neoriatsotelico contemporaneo.
XXI
79
92
Ambigue persistenze aristoteliche nel De nostri temporis studiorum ratione di Giambattista Vico / Zanetti, Gianfrancesco. - In: BOLLETTINO DEL CENTRO DI STUDI VICHIANI. - ISSN 0392-7334. - STAMPA. - XXI:(1991), pp. 79-92.
Zanetti, Gianfrancesco
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/740094
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact