La valutazione antropometrica e il fabbisogno calorico nell’anziano nei diversi setting curativi ed assistenziali: sono indispensabili nella pratica clinica?