Affinché gli studenti ottengano il massimo beneficio possibile dall’istruzione, questa dovrebbe essere almeno in parte compatibile con i loro stili di pensiero. Metodi diversi di insegnamento funzionano meglio con stili di pensiero diversi. Per “raggiungere” davvero uno studente ed interagire positivamente con lui, un insegnante deve essere tanto flessibile da riuscire ad insegnare utilizzando differenti stili di pensiero; ciò significa che deve variare il proprio stile di insegnamento per aderire ai diversi stili di pensiero che caratterizzano gli studenti.Sembra fondamentale, allora, che gli insegnanti ed educatori dedichino una parte importante del loro lavoro all’obiettivo di portare gli allievi alla consapevolezza di quali sono i loro personali stili cognitivi, cercando di rafforzare anche quelle modalità di elaborazione dell’informazione che risultano loro più difficoltose per il fatto che l’ambiente non ha contribuito a strutturarle.In ciascun individuo si evidenziano tendenze costanti nell’utilizzare ricorsivamente determinate classi di strategie sia nella percezione della realtà, sia nell’elaborazione delle conoscenze, sia infine nei rapporti interpersonali. Anche solo volendo restringere il campo agli stili cognitivi, si riscontra che le diversità di stile corrispondono innegabilmente a diversità nell’uso dei metodi di studio e di apprendimento; diversità che, se attentamente riconosciute, concorrono a delineare il profilo cognitivo dell’allievo.Lo stile di apprendimento sarebbe, pertanto il prolungamento dello stile intellettivo e, più precisamente, un insieme di operazioni e di procedure che lo studente può usare per acquisire, ritenere e recuperare differenti tipi di conoscenza.

Stili di apprendimento e stili di insegnamento / Cadamuro, Alessia. - In: RIFORMA E DIDATTICA. - ISSN 1128-9031. - STAMPA. - 2:(2003), pp. 63-70.

Stili di apprendimento e stili di insegnamento

CADAMURO, Alessia
2003

Abstract

Affinché gli studenti ottengano il massimo beneficio possibile dall’istruzione, questa dovrebbe essere almeno in parte compatibile con i loro stili di pensiero. Metodi diversi di insegnamento funzionano meglio con stili di pensiero diversi. Per “raggiungere” davvero uno studente ed interagire positivamente con lui, un insegnante deve essere tanto flessibile da riuscire ad insegnare utilizzando differenti stili di pensiero; ciò significa che deve variare il proprio stile di insegnamento per aderire ai diversi stili di pensiero che caratterizzano gli studenti.Sembra fondamentale, allora, che gli insegnanti ed educatori dedichino una parte importante del loro lavoro all’obiettivo di portare gli allievi alla consapevolezza di quali sono i loro personali stili cognitivi, cercando di rafforzare anche quelle modalità di elaborazione dell’informazione che risultano loro più difficoltose per il fatto che l’ambiente non ha contribuito a strutturarle.In ciascun individuo si evidenziano tendenze costanti nell’utilizzare ricorsivamente determinate classi di strategie sia nella percezione della realtà, sia nell’elaborazione delle conoscenze, sia infine nei rapporti interpersonali. Anche solo volendo restringere il campo agli stili cognitivi, si riscontra che le diversità di stile corrispondono innegabilmente a diversità nell’uso dei metodi di studio e di apprendimento; diversità che, se attentamente riconosciute, concorrono a delineare il profilo cognitivo dell’allievo.Lo stile di apprendimento sarebbe, pertanto il prolungamento dello stile intellettivo e, più precisamente, un insieme di operazioni e di procedure che lo studente può usare per acquisire, ritenere e recuperare differenti tipi di conoscenza.
2
63
70
Stili di apprendimento e stili di insegnamento / Cadamuro, Alessia. - In: RIFORMA E DIDATTICA. - ISSN 1128-9031. - STAMPA. - 2:(2003), pp. 63-70.
Cadamuro, Alessia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/641674
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact