Questa relazione si basa sull’analisi di una raccolta di interazioni registrate e trascritte di incontri fra un medico e un cittadino straniero che non parlano la stessa lingua e si avvalgono, per la comunicazione, dell’aiuto di un interprete. La letteratura sull’argomento mostra che nell’interazione interprete-mediata in ambito medico si assiste ad una perdita di informazioni riguardanti l’espressione affettiva del paziente, le sue preoccupazioni, come vive la malattia e che tale perdita comporta conseguenze problematiche per la diagnosi e la terapia. L’osservazione dei dati dimostra che tali espressioni affettive vengono espresse nell’interazione mediata attraverso scambi fra il mediatore e il paziente e che il problema nell’interazione consiste innanzitutto nel dare spazio a tali espressioni e quindi nell’includere il terzo partecipante (il medico in questo caso) in tale interazione affettiva. Vengono mostrati esempi in cui la gestione dell’interazione porta a favorire o inibire tali espressioni di affettività e a condividerne (o non condividerne) il significato nella comunicazione.

La partecipazione del paziente nell’interazione mediata con il medico: note linguistiche sulla dimensione informativa e sulla dimensione interpersonale / Gavioli, Laura; D., Zorzi. - STAMPA. - 1341:(2008), pp. 155-174. ((Intervento presentato al convegno Social sciences and health in the 21st century: new trends old dilemmas? tenutosi a Forlì nel 19-21 aprile 2007.

La partecipazione del paziente nell’interazione mediata con il medico: note linguistiche sulla dimensione informativa e sulla dimensione interpersonale

GAVIOLI, Laura;
2008

Abstract

Questa relazione si basa sull’analisi di una raccolta di interazioni registrate e trascritte di incontri fra un medico e un cittadino straniero che non parlano la stessa lingua e si avvalgono, per la comunicazione, dell’aiuto di un interprete. La letteratura sull’argomento mostra che nell’interazione interprete-mediata in ambito medico si assiste ad una perdita di informazioni riguardanti l’espressione affettiva del paziente, le sue preoccupazioni, come vive la malattia e che tale perdita comporta conseguenze problematiche per la diagnosi e la terapia. L’osservazione dei dati dimostra che tali espressioni affettive vengono espresse nell’interazione mediata attraverso scambi fra il mediatore e il paziente e che il problema nell’interazione consiste innanzitutto nel dare spazio a tali espressioni e quindi nell’includere il terzo partecipante (il medico in questo caso) in tale interazione affettiva. Vengono mostrati esempi in cui la gestione dell’interazione porta a favorire o inibire tali espressioni di affettività e a condividerne (o non condividerne) il significato nella comunicazione.
Social sciences and health in the 21st century: new trends old dilemmas?
Forlì
19-21 aprile 2007
1341
155
174
Gavioli, Laura; D., Zorzi
La partecipazione del paziente nell’interazione mediata con il medico: note linguistiche sulla dimensione informativa e sulla dimensione interpersonale / Gavioli, Laura; D., Zorzi. - STAMPA. - 1341:(2008), pp. 155-174. ((Intervento presentato al convegno Social sciences and health in the 21st century: new trends old dilemmas? tenutosi a Forlì nel 19-21 aprile 2007.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/596748
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact