Il problema dei ritardi con cui il Parlamento in seduta comune giunge all’elezione dei cinque membri della Corte costituzionale di sua competenza appare meritevole di attenta riflessione, alla luce sia dei valori di rilievo costituzionale lesi (o comunque posti in gioco) dalla mancata completezza del plenum della Corte, sia della circostanza - più volte paventata ed ora effettivamente verificatasi, per lo meno in un frangente, nel 2002 - di una possibile ripercussione negativa della pigrizia parlamentare sulla stessa possibilità di funzionamento dell'organo di giustizia costituzionale. Lo scritto, quindi, riproducendo un intervento svolto dall'A. ad un convegno tenutosi a Roma nel marzo del 2003, si pone due obiettivi principali: a) verificare se e quanto sia importante la vigenza, in materia, di una regola convenzionale su cui le forze politiche basino l’elezione dei giudici costituzionali; b) esaminare le linee generali che dovrebbero guidare l’interprete nella scelta degli strumenti più efficaci al fine di ovviare all’attuale stato di cose: in quest’ordine di idee l’A. giunge ad ipotizzare, de iure condendo, l’eventualità che il potere di nomina venga trasferito, dopo un certo termine - ed in funzione sanzionatoria dell’inerzia parlamentare - al Presidente della Repubblica.

Prime osservazioni sul problema dei ritardi parlamentari nell’elezione dei giudici della Corte costituzionale / Pinardi, Roberto. - STAMPA. - (2004), pp. 223-233. ((Intervento presentato al convegno La composizione della Corte costituzionale. Situazione italiana ed esperienze straniere tenutosi a Roma nel 14 marzo 2003.

Prime osservazioni sul problema dei ritardi parlamentari nell’elezione dei giudici della Corte costituzionale

PINARDI, Roberto
2004

Abstract

Il problema dei ritardi con cui il Parlamento in seduta comune giunge all’elezione dei cinque membri della Corte costituzionale di sua competenza appare meritevole di attenta riflessione, alla luce sia dei valori di rilievo costituzionale lesi (o comunque posti in gioco) dalla mancata completezza del plenum della Corte, sia della circostanza - più volte paventata ed ora effettivamente verificatasi, per lo meno in un frangente, nel 2002 - di una possibile ripercussione negativa della pigrizia parlamentare sulla stessa possibilità di funzionamento dell'organo di giustizia costituzionale. Lo scritto, quindi, riproducendo un intervento svolto dall'A. ad un convegno tenutosi a Roma nel marzo del 2003, si pone due obiettivi principali: a) verificare se e quanto sia importante la vigenza, in materia, di una regola convenzionale su cui le forze politiche basino l’elezione dei giudici costituzionali; b) esaminare le linee generali che dovrebbero guidare l’interprete nella scelta degli strumenti più efficaci al fine di ovviare all’attuale stato di cose: in quest’ordine di idee l’A. giunge ad ipotizzare, de iure condendo, l’eventualità che il potere di nomina venga trasferito, dopo un certo termine - ed in funzione sanzionatoria dell’inerzia parlamentare - al Presidente della Repubblica.
La composizione della Corte costituzionale. Situazione italiana ed esperienze straniere
Roma
14 marzo 2003
223
233
Pinardi, Roberto
Prime osservazioni sul problema dei ritardi parlamentari nell’elezione dei giudici della Corte costituzionale / Pinardi, Roberto. - STAMPA. - (2004), pp. 223-233. ((Intervento presentato al convegno La composizione della Corte costituzionale. Situazione italiana ed esperienze straniere tenutosi a Roma nel 14 marzo 2003.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/466351
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact