Diritti e risorse: il ragionevole equilibrio raggiunto dalla Corte