Introduzione. Studi recenti hanno dimostrato che, così come avviene in un compito Simon classico, in un compito Simon sociale il contesto condiviso porta alla codifica spaziale destra-sinistra dello stimolo e della risposta. In un compito Simon classico la posizione dello stimolo nello spazio è descritta da due tipi di codici spaziali: uno è determinato in base all’asse centrale dello spazio ed è definito come posizione assoluta, mentre l'altro è determinato in relazione all’emi-spazio di riferimento e può essere definito posizione relativa. In questo studio abbiamo indagato il ruolo di questi due codici nel produrre gli effetti di compatibilità spaziale in un compito condiviso. Metodo. I partecipanti (32, destrimani) sono stati assegnati in modo casuale a una delle due condizioni sperimentali: individuale o sociale. Nella condizione individuale, il partecipante eseguiva il compito da solo ed era seduto a destra o a sinistra rispetto al centro dello schermo. Nella condizione sociale, i partecipanti eseguivano il compito a coppie ed erano seduti uno accanto all’altro. In entrambe le condizioni è stato chiesto ai partecipanti di eseguire un compito Simon go/no-go, in cui lo schermo appariva suddiviso da tre linee verticali, che determinavano le 4 possibili posizioni dello stimolo. Risultati. All’interno di ciascun emi-spazio, i tempi di risposta sono risultati più lenti per le posizioni relative dello stimolo più esterne rispetto a quelle più interne. Inoltre, i risultati hanno mostrato un effetto di compatibilità tra la posizione della risposta e la posizione assoluta dello stimolo (effetto Simon per la posizione assoluta dello stimolo) solo nella condizione sociale, mentre per la condizione individuale nessun effetto di compatibilità è emerso. Conclusioni. I risultati indicano che quando due individui eseguono un compito condiviso la posizione dello stimolo è descritta attraverso un unico codice spaziale, cioè in base alla sua posizione assoluta nello spazio.

Rappresentazione spaziale nel compito Simon sociale: esistono codici spaziali multipli? / Iani, Cristina; Ciardo, FRANCESCA MARIA; ., ; Lugli, L.; Nicoletti, R.; Rubichi, Sandro. - (2014), pp. 67-67.

Rappresentazione spaziale nel compito Simon sociale: esistono codici spaziali multipli?

IANI, Cristina;CIARDO, FRANCESCA MARIA;RUBICHI, Sandro
2014

Abstract

Introduzione. Studi recenti hanno dimostrato che, così come avviene in un compito Simon classico, in un compito Simon sociale il contesto condiviso porta alla codifica spaziale destra-sinistra dello stimolo e della risposta. In un compito Simon classico la posizione dello stimolo nello spazio è descritta da due tipi di codici spaziali: uno è determinato in base all’asse centrale dello spazio ed è definito come posizione assoluta, mentre l'altro è determinato in relazione all’emi-spazio di riferimento e può essere definito posizione relativa. In questo studio abbiamo indagato il ruolo di questi due codici nel produrre gli effetti di compatibilità spaziale in un compito condiviso. Metodo. I partecipanti (32, destrimani) sono stati assegnati in modo casuale a una delle due condizioni sperimentali: individuale o sociale. Nella condizione individuale, il partecipante eseguiva il compito da solo ed era seduto a destra o a sinistra rispetto al centro dello schermo. Nella condizione sociale, i partecipanti eseguivano il compito a coppie ed erano seduti uno accanto all’altro. In entrambe le condizioni è stato chiesto ai partecipanti di eseguire un compito Simon go/no-go, in cui lo schermo appariva suddiviso da tre linee verticali, che determinavano le 4 possibili posizioni dello stimolo. Risultati. All’interno di ciascun emi-spazio, i tempi di risposta sono risultati più lenti per le posizioni relative dello stimolo più esterne rispetto a quelle più interne. Inoltre, i risultati hanno mostrato un effetto di compatibilità tra la posizione della risposta e la posizione assoluta dello stimolo (effetto Simon per la posizione assoluta dello stimolo) solo nella condizione sociale, mentre per la condizione individuale nessun effetto di compatibilità è emerso. Conclusioni. I risultati indicano che quando due individui eseguono un compito condiviso la posizione dello stimolo è descritta attraverso un unico codice spaziale, cioè in base alla sua posizione assoluta nello spazio.
Pavia
15-17 settembre 2014
Iani, Cristina; Ciardo, FRANCESCA MARIA; ., ; Lugli, L.; Nicoletti, R.; Rubichi, Sandro
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/1062409
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact