Acanthamoeba, un “cavallo di Troia” per la sopravvivenza e diffusione ambientale di patogeni alimentari