Sono stati analizzati dati di precipitazioni idriche, registrati giornalmente dall'Osservatorio Geofisico fin dal 1830. Una serie temporale così lunga permette la messa a punto di un modello statistico in grado di sintetizzare l'andamento dei dati mediante un'espressione di probabilità comprendente pochi parametri. In prima approssimazione la serie temporale dei dati è stata considerata ciclostazionaria. Inoltre è stato scelto di caratterizzare ogni giorno con precipitazione misurabile mediante tre variabili: la quantità di acqua precipitata, q, il numero di giorni secchi che hanno preceduto il giorno con pioggia, d,il numero d'ordine del giorno considerato entro ogni anno. Il modello ipotizzato è bivariato in q e d. La distribuzione di probabilità della variabile q segue una distribuzione gamma, mentre quella della variabile d approssima una distribuzione di Polya. La rappresentazione della probabilità tramite una distribuzione di Polya non è unica. Si è trovato che tale probabilità può essere espressa da un modello ad urna la cui composizione cambia ogni giorno.

Struttura statistica delle precipitazioni / Morelli, Sandra; Santangelo, Renato. - In: BOLLETTINO GEOFISICO. - ISSN 0393-0742. - STAMPA. - anno VII, n. 1:(1984), pp. 65-66. ((Intervento presentato al convegno 1° Convegno Nazionale del G.N.F.A.O. tenutosi a Roma (Italia) nel 19-22 Giugno 1984.

Struttura statistica delle precipitazioni

MORELLI, Sandra;SANTANGELO, Renato
1984-01-01

Abstract

Sono stati analizzati dati di precipitazioni idriche, registrati giornalmente dall'Osservatorio Geofisico fin dal 1830. Una serie temporale così lunga permette la messa a punto di un modello statistico in grado di sintetizzare l'andamento dei dati mediante un'espressione di probabilità comprendente pochi parametri. In prima approssimazione la serie temporale dei dati è stata considerata ciclostazionaria. Inoltre è stato scelto di caratterizzare ogni giorno con precipitazione misurabile mediante tre variabili: la quantità di acqua precipitata, q, il numero di giorni secchi che hanno preceduto il giorno con pioggia, d,il numero d'ordine del giorno considerato entro ogni anno. Il modello ipotizzato è bivariato in q e d. La distribuzione di probabilità della variabile q segue una distribuzione gamma, mentre quella della variabile d approssima una distribuzione di Polya. La rappresentazione della probabilità tramite una distribuzione di Polya non è unica. Si è trovato che tale probabilità può essere espressa da un modello ad urna la cui composizione cambia ogni giorno.
anno VII, n. 1
65
66
Morelli, Sandra; Santangelo, Renato
Struttura statistica delle precipitazioni / Morelli, Sandra; Santangelo, Renato. - In: BOLLETTINO GEOFISICO. - ISSN 0393-0742. - STAMPA. - anno VII, n. 1:(1984), pp. 65-66. ((Intervento presentato al convegno 1° Convegno Nazionale del G.N.F.A.O. tenutosi a Roma (Italia) nel 19-22 Giugno 1984.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/743676
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact