Lo stalking è un fenomeno estremamente complesso e diffuso, potenzialmente in grado di produrre gravi conseguenze psicologiche, fisiche e sociali. Sconosciute ai più fino ad una ventina di anni fa, in forza di interventi anche di tipo educativo e formativo oltre che di tentativi di etichettamento e di definizione legislativa, queste condotte moleste sono oggi note alla popolazione generale così come al mondo scientifico e giudiziario.La ricerca concentratasi inizialmente sull’analisi delle multiformi condotte costitutive della campagna persecutoria, al fine di meglio definirla e connotarla, oltre che sulla figura dello stalker, difficile da individuare e inquadrare socialmente e nosograficamente, ha successivamente riconosciuto l’importanza del soggetto passivo di tali condotte. Lo stalking è infatti un comportamento che si autodefinisce proprio attraverso gli effetti prodotti sulla vittima e le sue reazioni, sono il timore, l’ansia e la paura di chi lo subisce che trasformano situazioni talvolta solamente insolite e fastidiose, in veri e propri illeciti o reati.In tempi più recenti la letteratura ha concentrato quindi maggiormente la propria attenzione sugli aspetti vittimologici del fenomeno, analizzando le reazioni, le strategie di coping e le azioni difensive poste in essere, e l’efficacia o meno delle forme di tutela e intervento attuate o attuabili.

Lo stalking: profili vittimologici e strumenti di tutela delle vittime / Sgarbi, Chiara; DE FAZIO, Giovanna Laura. - In: RASSEGNA ITALIANA DI CRIMINOLOGIA. - ISSN 1121-1717. - STAMPA. - 1:(2014), pp. 50-60.

Lo stalking: profili vittimologici e strumenti di tutela delle vittime

SGARBI, Chiara;DE FAZIO, Giovanna Laura
2014-01-01

Abstract

Lo stalking è un fenomeno estremamente complesso e diffuso, potenzialmente in grado di produrre gravi conseguenze psicologiche, fisiche e sociali. Sconosciute ai più fino ad una ventina di anni fa, in forza di interventi anche di tipo educativo e formativo oltre che di tentativi di etichettamento e di definizione legislativa, queste condotte moleste sono oggi note alla popolazione generale così come al mondo scientifico e giudiziario.La ricerca concentratasi inizialmente sull’analisi delle multiformi condotte costitutive della campagna persecutoria, al fine di meglio definirla e connotarla, oltre che sulla figura dello stalker, difficile da individuare e inquadrare socialmente e nosograficamente, ha successivamente riconosciuto l’importanza del soggetto passivo di tali condotte. Lo stalking è infatti un comportamento che si autodefinisce proprio attraverso gli effetti prodotti sulla vittima e le sue reazioni, sono il timore, l’ansia e la paura di chi lo subisce che trasformano situazioni talvolta solamente insolite e fastidiose, in veri e propri illeciti o reati.In tempi più recenti la letteratura ha concentrato quindi maggiormente la propria attenzione sugli aspetti vittimologici del fenomeno, analizzando le reazioni, le strategie di coping e le azioni difensive poste in essere, e l’efficacia o meno delle forme di tutela e intervento attuate o attuabili.
1
50
60
Lo stalking: profili vittimologici e strumenti di tutela delle vittime / Sgarbi, Chiara; DE FAZIO, Giovanna Laura. - In: RASSEGNA ITALIANA DI CRIMINOLOGIA. - ISSN 1121-1717. - STAMPA. - 1:(2014), pp. 50-60.
Sgarbi, Chiara; DE FAZIO, Giovanna Laura
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Lo stalking-Profili vittimologici.pdf

Accesso riservato

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione pubblicata dall'editore
Dimensione 219.88 kB
Formato Adobe PDF
219.88 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/743502
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 5
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact