Su di un caso di plasmocitoma solitario extramidollare