La formazione dei professionisti della salute si è sempre basata su una stretta interrelazione tra insegnamento teorico e insegnamento clinico. L’insegnamento clinico o tirocinio professionale, è una modalità privilegiata ed insostituibile di apprendimento del ruolo professionale attraverso la sperimentazione pratica, inoltre rappresenta un elemento di intersezione fra realtà teorica, pratica disciplinare e prassi operativa professionale. In sostanza l’insegnamento clinico può essere definito come il mezzo attraverso il quale lo studente ha l’opportunità di trasferire le conoscenze teoriche di base nell’apprendimento di una varietà di abilità psicomotorie, relazionali e di metacompetenze necessarie per riuscire in futuro a erogare un’assistenza di qualità centrata sul cliente.L’apprendimento clinico rappresenta perciò un’esperienza guidata e protetta affinché la modifica di comportamento ottenuto sia diretta agli obiettivi formativi.Il successo del tirocinio in termini di apprendimento è funzione diretta di quanto esso sia progettato. Qualsiasi relazione educativa affinché produca apprendimento va progettata.Progettare il tirocinio clinico per lo studente significa, per la guida di tirocinio:ideare, studiare in funzione di un divenire insito nel processo di apprendimento;mettere in atto attività volute, pensate, studiate, per il raggiungimento di obiettivi specifici predefiniti centrati sull’apprendimento dello studente nel qui ed ora;identificare contenuti, strategie e strumenti formativi per caratterizzare, ogni volta, la relazione educativa con quello studente che ha quelle specifiche caratteristiche, che ha fatto quel tipo di percorso formativo precedente e che ha quello specifico bisogno di apprendimento;essere disposto a mettersi in gioca; se infatti, la guida di tirocinio non avrà prima lavorato su di sé e sulla sua capacità di tollerare la diversità, diventerà faticoso accettare un ennesimo studente così diverso da sé. La fatica della progettualità è, a tale proposito, la fatica che chiede l’incontro della soggettività ed il riconoscimento dell’unicità di ciascun studente;essere chiamata ogni volta a rispondere in modo unico ad una serie di quesiti: Quali traguardi? Con quali esperienze formative? Come organizzare queste esperienze? Come valutare i risultati raggiunti?

Corso interprofessionale per guide di tirocinio: formare in modo integrato alla progettazione del tirocinio clinico dello studente dei Corsi di laurea di Area Sanitaria / Mecugni, Daniela; M., Iemmi; M., Prandi; G., Amaducci; M., Carpanoni; E., Pighini. - In: TUTOR. - ISSN 1971-7296. - ELETTRONICO. - 10:(2010), pp. 77-77. ((Intervento presentato al convegno Innovare la formazione alle cure: strategie, strumenti e prospettive tenutosi a Torino nel 26/29 maggio.

Corso interprofessionale per guide di tirocinio: formare in modo integrato alla progettazione del tirocinio clinico dello studente dei Corsi di laurea di Area Sanitaria

MECUGNI, Daniela;
2010

Abstract

La formazione dei professionisti della salute si è sempre basata su una stretta interrelazione tra insegnamento teorico e insegnamento clinico. L’insegnamento clinico o tirocinio professionale, è una modalità privilegiata ed insostituibile di apprendimento del ruolo professionale attraverso la sperimentazione pratica, inoltre rappresenta un elemento di intersezione fra realtà teorica, pratica disciplinare e prassi operativa professionale. In sostanza l’insegnamento clinico può essere definito come il mezzo attraverso il quale lo studente ha l’opportunità di trasferire le conoscenze teoriche di base nell’apprendimento di una varietà di abilità psicomotorie, relazionali e di metacompetenze necessarie per riuscire in futuro a erogare un’assistenza di qualità centrata sul cliente.L’apprendimento clinico rappresenta perciò un’esperienza guidata e protetta affinché la modifica di comportamento ottenuto sia diretta agli obiettivi formativi.Il successo del tirocinio in termini di apprendimento è funzione diretta di quanto esso sia progettato. Qualsiasi relazione educativa affinché produca apprendimento va progettata.Progettare il tirocinio clinico per lo studente significa, per la guida di tirocinio:ideare, studiare in funzione di un divenire insito nel processo di apprendimento;mettere in atto attività volute, pensate, studiate, per il raggiungimento di obiettivi specifici predefiniti centrati sull’apprendimento dello studente nel qui ed ora;identificare contenuti, strategie e strumenti formativi per caratterizzare, ogni volta, la relazione educativa con quello studente che ha quelle specifiche caratteristiche, che ha fatto quel tipo di percorso formativo precedente e che ha quello specifico bisogno di apprendimento;essere disposto a mettersi in gioca; se infatti, la guida di tirocinio non avrà prima lavorato su di sé e sulla sua capacità di tollerare la diversità, diventerà faticoso accettare un ennesimo studente così diverso da sé. La fatica della progettualità è, a tale proposito, la fatica che chiede l’incontro della soggettività ed il riconoscimento dell’unicità di ciascun studente;essere chiamata ogni volta a rispondere in modo unico ad una serie di quesiti: Quali traguardi? Con quali esperienze formative? Come organizzare queste esperienze? Come valutare i risultati raggiunti?
10
77
77
Mecugni, Daniela; M., Iemmi; M., Prandi; G., Amaducci; M., Carpanoni; E., Pighini
Corso interprofessionale per guide di tirocinio: formare in modo integrato alla progettazione del tirocinio clinico dello studente dei Corsi di laurea di Area Sanitaria / Mecugni, Daniela; M., Iemmi; M., Prandi; G., Amaducci; M., Carpanoni; E., Pighini. - In: TUTOR. - ISSN 1971-7296. - ELETTRONICO. - 10:(2010), pp. 77-77. ((Intervento presentato al convegno Innovare la formazione alle cure: strategie, strumenti e prospettive tenutosi a Torino nel 26/29 maggio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/648792
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact