L’insediamento di Filo Braccio nell’isola di Filicudi (Isole Eolie - ME) della facies di Capo Graziano fu oggetto di una prima campagna di scavi nel 1959 (Meligunis Lipara VI) in cui furono scoperte la capanna C con gli spazi A e B e le capanne D e E. Nel 2009 sono state svolte nuove indagini che hanno messo in luce nuove strutture chiuse e aperte, adibite a spazi abitativi, di lavoro, di conservazione di derrate e ricovero di animali domestici. Verranno presentati in modo preliminare i primi dati della ricerca sulle capanne F e G, il silo, e lo spazio all’aperto L. Le strutture hanno conservato oltre alle ceramiche e resti di pasto (ovicaprini, maiale, bue, pesci e molluschi), numerosi resti archeobotanici composti da semi di orzo, lenticchie, Vitis vinifera. Sono state effettuate 21 datazioni radiocarboniche dal Centro Datazioni dell’Università del Salento - CEDAD.Per quanto riguarda i materiali ceramici e litici, essendo in corso il loro studio, si considerano solo alcuni elementi più caratterizzanti e soprattutto il rinvenimento di una tazza con decorazione incisa sulla quale è stata rappresentata una scena raffigurante, in maniera sti- lizzata, il ricordo di un evento importante legato all’uomo e al mare nel contesto insulare.

Nuove ricerche nell'insediamento sull'istmo di Filo Braccio a Filicudi, nota preliminare sugli scavi 2009 / Martinelli, M. C.; Fiorentino, G.; Prosdocimi, B.; D'Oronzo, C.; Levi, SARA TIZIANA; Mangano, G.; Stellari, A.; Wolff, N.. - In: ORIGINI. - ISSN 0474-6805. - STAMPA. - XXXII, NS IV:(2010), pp. 285-314.

Nuove ricerche nell'insediamento sull'istmo di Filo Braccio a Filicudi, nota preliminare sugli scavi 2009

LEVI, SARA TIZIANA;
2010

Abstract

L’insediamento di Filo Braccio nell’isola di Filicudi (Isole Eolie - ME) della facies di Capo Graziano fu oggetto di una prima campagna di scavi nel 1959 (Meligunis Lipara VI) in cui furono scoperte la capanna C con gli spazi A e B e le capanne D e E. Nel 2009 sono state svolte nuove indagini che hanno messo in luce nuove strutture chiuse e aperte, adibite a spazi abitativi, di lavoro, di conservazione di derrate e ricovero di animali domestici. Verranno presentati in modo preliminare i primi dati della ricerca sulle capanne F e G, il silo, e lo spazio all’aperto L. Le strutture hanno conservato oltre alle ceramiche e resti di pasto (ovicaprini, maiale, bue, pesci e molluschi), numerosi resti archeobotanici composti da semi di orzo, lenticchie, Vitis vinifera. Sono state effettuate 21 datazioni radiocarboniche dal Centro Datazioni dell’Università del Salento - CEDAD.Per quanto riguarda i materiali ceramici e litici, essendo in corso il loro studio, si considerano solo alcuni elementi più caratterizzanti e soprattutto il rinvenimento di una tazza con decorazione incisa sulla quale è stata rappresentata una scena raffigurante, in maniera sti- lizzata, il ricordo di un evento importante legato all’uomo e al mare nel contesto insulare.
XXXII, NS IV
285
314
Nuove ricerche nell'insediamento sull'istmo di Filo Braccio a Filicudi, nota preliminare sugli scavi 2009 / Martinelli, M. C.; Fiorentino, G.; Prosdocimi, B.; D'Oronzo, C.; Levi, SARA TIZIANA; Mangano, G.; Stellari, A.; Wolff, N.. - In: ORIGINI. - ISSN 0474-6805. - STAMPA. - XXXII, NS IV:(2010), pp. 285-314.
Martinelli, M. C.; Fiorentino, G.; Prosdocimi, B.; D'Oronzo, C.; Levi, SARA TIZIANA; Mangano, G.; Stellari, A.; Wolff, N.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
martinelli.pdf

non disponibili

Tipologia: Post-print dell'autore (bozza post referaggio)
Dimensione 8.04 MB
Formato Adobe PDF
8.04 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/648391
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact