La legge 339/1958: continuità e innovazioni