Il saggio analizza i problemi che sorgono dal coordinamento tra la disciplina legislativa, di derivazione comunitaria, che regola il distacco dei lavoratori stranieri in Italia nell’ambito di una prestazione di servizi transanazionale (d.lgs. n. 72/2000) e il Testo Unico sull’immigrazione approvato con il d.lgs. n. 286/1998 (e successive modificazioni). Una delle conclusioni a cui giunge l’Autore è che, ai sensi del combinato disposto delle due suddette discipline legislative, i lavoratori stranieri (non comunitari) alle dipendenze di datori di lavoro residenti in uno Stato non membro dell’Unione europea, distaccati in Italia nell’ambito di una prestazione transanazionale di servizi, sono inclusi durante il periodo di distacco, oltre che nella normativa lavoristica, anche nel regime previdenziale nazionale. E ciò anche qualora esistano convenzioni in materia di sicurezza sociale tra l'Italia e il paese straniero da cui provengono i prestatori di servizi, nonché i relativi lavoratori dipendenti operanti sul territorio italiano.

Distacco di lavoratori stranieri in Italia nell’ambito di una prestazione di servizi transnazionale: profili previdenziali / Allamprese, Andrea. - STAMPA. - (2007), pp. 289-303.

Distacco di lavoratori stranieri in Italia nell’ambito di una prestazione di servizi transnazionale: profili previdenziali

ALLAMPRESE, Andrea
2007

Abstract

Il saggio analizza i problemi che sorgono dal coordinamento tra la disciplina legislativa, di derivazione comunitaria, che regola il distacco dei lavoratori stranieri in Italia nell’ambito di una prestazione di servizi transanazionale (d.lgs. n. 72/2000) e il Testo Unico sull’immigrazione approvato con il d.lgs. n. 286/1998 (e successive modificazioni). Una delle conclusioni a cui giunge l’Autore è che, ai sensi del combinato disposto delle due suddette discipline legislative, i lavoratori stranieri (non comunitari) alle dipendenze di datori di lavoro residenti in uno Stato non membro dell’Unione europea, distaccati in Italia nell’ambito di una prestazione transanazionale di servizi, sono inclusi durante il periodo di distacco, oltre che nella normativa lavoristica, anche nel regime previdenziale nazionale. E ciò anche qualora esistano convenzioni in materia di sicurezza sociale tra l'Italia e il paese straniero da cui provengono i prestatori di servizi, nonché i relativi lavoratori dipendenti operanti sul territorio italiano.
Lavoratore extracomunitario ed integrazione europea: Profili giuridici
8884226309
Cacucci
ITALIA
Distacco di lavoratori stranieri in Italia nell’ambito di una prestazione di servizi transnazionale: profili previdenziali / Allamprese, Andrea. - STAMPA. - (2007), pp. 289-303.
Allamprese, Andrea
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Lavoratore extracomunitario e integrazione europea - CACUCCI 2007.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione dell'editore (versione pubblicata)
Dimensione 2.76 MB
Formato Adobe PDF
2.76 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/645091
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact