Dopo una disamina delle proprietà biologiche della componente cellulare abnorme del m. di Hodgkin, gli AA. ne deducono il carattere neoplastico anche se relativamente autolimitantesi. Quindi, nella ricerca della sua controparte normale, essi optano per un'ontogenesi linfoide sulla base della comune esperienza morfologica e di una serie di dati immunochimici. Considerata non ancora chiusa la questione della CIg sternberghiana, essi rilanciano la candidatura B-immunoblastica accanto a quella T oggi prevalente, anche sulla base di alcuni elementi recentemente emersi dalla letteratura.Gli ultimi dati relativi al riarrangiamento del genoma di queste cellule per le Ig e il TcR sembrano indicare, da un lato l'esistenza di cloni neoplastici B e di cloni neoplastici T all'interno dello stesso istotipo, dall'altro la policlonalità iniziale del processo in ogni singolo individuo, tale da giustificare il sospetto che cloni T e cloni B possono far parte sin dall'inizio e contemporaneamente di un citotipo neoplastico intrinsecamente eterogeneo. Gli AA. tentano infine di armonizzare la tesi istiocito-macrofagica con quella linfoide ipotizzando l'esistenza di linee cellulari linfoidi capaci di modificarsi, nel corso dell'ontogenesi, con acquisizione di proprietà fagocitiche.

Natura e ontogenesi della componente cellulare neoplastica nella malattia di Hodgkin.Storia recente di un'antica controversia e contributo critico / Artusi, Tullio; Bonacorsi, G.; Sarti, M.; Federico, Massimo; Piccinini, Lino; Barbieri, F.; Frassoldati, A.; Bisi, D.; Corradini, R.; Silingardi, V.. - STAMPA. - (1987), pp. 17-67. ((Intervento presentato al convegno La Malattia di Hodgkin tenutosi a Modena nel 15 novembre 1986.

Natura e ontogenesi della componente cellulare neoplastica nella malattia di Hodgkin.Storia recente di un'antica controversia e contributo critico.

ARTUSI, Tullio;FEDERICO, Massimo;PICCININI, Lino;
1987

Abstract

Dopo una disamina delle proprietà biologiche della componente cellulare abnorme del m. di Hodgkin, gli AA. ne deducono il carattere neoplastico anche se relativamente autolimitantesi. Quindi, nella ricerca della sua controparte normale, essi optano per un'ontogenesi linfoide sulla base della comune esperienza morfologica e di una serie di dati immunochimici. Considerata non ancora chiusa la questione della CIg sternberghiana, essi rilanciano la candidatura B-immunoblastica accanto a quella T oggi prevalente, anche sulla base di alcuni elementi recentemente emersi dalla letteratura.Gli ultimi dati relativi al riarrangiamento del genoma di queste cellule per le Ig e il TcR sembrano indicare, da un lato l'esistenza di cloni neoplastici B e di cloni neoplastici T all'interno dello stesso istotipo, dall'altro la policlonalità iniziale del processo in ogni singolo individuo, tale da giustificare il sospetto che cloni T e cloni B possono far parte sin dall'inizio e contemporaneamente di un citotipo neoplastico intrinsecamente eterogeneo. Gli AA. tentano infine di armonizzare la tesi istiocito-macrofagica con quella linfoide ipotizzando l'esistenza di linee cellulari linfoidi capaci di modificarsi, nel corso dell'ontogenesi, con acquisizione di proprietà fagocitiche.
La Malattia di Hodgkin
Modena
15 novembre 1986
17
67
Artusi, Tullio; Bonacorsi, G.; Sarti, M.; Federico, Massimo; Piccinini, Lino; Barbieri, F.; Frassoldati, A.; Bisi, D.; Corradini, R.; Silingardi, V.
Natura e ontogenesi della componente cellulare neoplastica nella malattia di Hodgkin.Storia recente di un'antica controversia e contributo critico / Artusi, Tullio; Bonacorsi, G.; Sarti, M.; Federico, Massimo; Piccinini, Lino; Barbieri, F.; Frassoldati, A.; Bisi, D.; Corradini, R.; Silingardi, V.. - STAMPA. - (1987), pp. 17-67. ((Intervento presentato al convegno La Malattia di Hodgkin tenutosi a Modena nel 15 novembre 1986.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/642164
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact