Granuli di Fosfato Tricalcico (TCP) o di Corallo madreporico sono stali impiantati in cavità post-estrallive di 14 Uomini adulti; dopo 3-75 mesi, in dascun soggetto è stata effettuata una biopsia, poi fissata in paraformaldeide e inclusa in PMMA, e quindi trattata per il microscopio ottico, SEM e microsonda a raggi-X. I risultati dimostrano che tra i granuli di Corallo l'osso neoformato è già presente dopo 3 mesi, mentre tra i granuli di TCP non compare prima di 6 mesi. I granuli di Corallo scompaiono dalle biopsie dopo 10-12 mesi, mentre granuli di TCP hanno dimensioni simili a quelle iniziali anche dopo 15 mesi di impianto. L'osso neodeposto, inoltre, viene assai più estesamente a diretto contatto con il Corallo che con i granuli di TCP. La microsonda ai raggi-X dimostra infine che l'osso a ridosso del Corallo ha un contenuto minerale più elevato. La neodeposizione avviene pertanto in tempi più brevi e con migliori modalità negli impianti di Corallo rispetto a quelli di TCP; la più elevala capacità riparatrice di difelli ossei mostrata dal Corallo è verosimilmente da attribuire alla maggiore reattività del Carbonato di Calcio rispetto a quella del Fosfato.The alveolar cavities, obtained after the removal of a toolh in 14 adult men, were filled with TriCalcium Phosphate (TCP) or Coral; from 3 to 75 months after the implant, a biopsy was made and processed for optical microscope, SEM and X-ray microanalysis. The results show that bone tissue is present among the Coral granules after 3 months, whereas around TCP granules bone does not appear before 6 months; Coral granules disappear from biopsies after 10-12 months, whereas TCP granules have the same size as at the start even after 75 months; there is direct bone-Coral contact but only a partial bone-TCP contact. X-ray microanalyses show that the bone mineralization is higher close to the Coral than near the TCP. In conclusion, the new bone formation appears to take place at a higher rate in Coral implants than in TCP ones; the higher capability shown by Coral in bone defect repair is probably due lo the higher reactivity of Calcium Carbonate with respect to Calcium Phosphate.

Osteoconduzione del Fosfato Tricalcico e del Corallo / Zaffe, Davide; Ferretti, Marzia; E., Cantoni; M., Tassinari. - In: BIOMATERIALI. - ISSN 1124-3554. - STAMPA. - 7:(1993), pp. 63-69.

Osteoconduzione del Fosfato Tricalcico e del Corallo

ZAFFE, Davide;FERRETTI, Marzia;
1993

Abstract

Granuli di Fosfato Tricalcico (TCP) o di Corallo madreporico sono stali impiantati in cavità post-estrallive di 14 Uomini adulti; dopo 3-75 mesi, in dascun soggetto è stata effettuata una biopsia, poi fissata in paraformaldeide e inclusa in PMMA, e quindi trattata per il microscopio ottico, SEM e microsonda a raggi-X. I risultati dimostrano che tra i granuli di Corallo l'osso neoformato è già presente dopo 3 mesi, mentre tra i granuli di TCP non compare prima di 6 mesi. I granuli di Corallo scompaiono dalle biopsie dopo 10-12 mesi, mentre granuli di TCP hanno dimensioni simili a quelle iniziali anche dopo 15 mesi di impianto. L'osso neodeposto, inoltre, viene assai più estesamente a diretto contatto con il Corallo che con i granuli di TCP. La microsonda ai raggi-X dimostra infine che l'osso a ridosso del Corallo ha un contenuto minerale più elevato. La neodeposizione avviene pertanto in tempi più brevi e con migliori modalità negli impianti di Corallo rispetto a quelli di TCP; la più elevala capacità riparatrice di difelli ossei mostrata dal Corallo è verosimilmente da attribuire alla maggiore reattività del Carbonato di Calcio rispetto a quella del Fosfato.The alveolar cavities, obtained after the removal of a toolh in 14 adult men, were filled with TriCalcium Phosphate (TCP) or Coral; from 3 to 75 months after the implant, a biopsy was made and processed for optical microscope, SEM and X-ray microanalysis. The results show that bone tissue is present among the Coral granules after 3 months, whereas around TCP granules bone does not appear before 6 months; Coral granules disappear from biopsies after 10-12 months, whereas TCP granules have the same size as at the start even after 75 months; there is direct bone-Coral contact but only a partial bone-TCP contact. X-ray microanalyses show that the bone mineralization is higher close to the Coral than near the TCP. In conclusion, the new bone formation appears to take place at a higher rate in Coral implants than in TCP ones; the higher capability shown by Coral in bone defect repair is probably due lo the higher reactivity of Calcium Carbonate with respect to Calcium Phosphate.
7
63
69
Osteoconduzione del Fosfato Tricalcico e del Corallo / Zaffe, Davide; Ferretti, Marzia; E., Cantoni; M., Tassinari. - In: BIOMATERIALI. - ISSN 1124-3554. - STAMPA. - 7:(1993), pp. 63-69.
Zaffe, Davide; Ferretti, Marzia; E., Cantoni; M., Tassinari
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/638918
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact