“Essere uomo d’altri”: lavoro e soggezione personale nell’Italia medievale