Richard Whately fu il principale rappresentante del cosiddetto pensiero degenerazionista della prima metà dell'Ottocento. Arcivescovo anglicano di Dublino e docente di economia politica a Oxford, prospettò l'ipotesi che l'uomo primevo fosse vissuto in una condizione superiore a quella del selvaggio odierno e tali benefici andavano ascritti alla prodigalità della Provvidenza. La fase di aggregazione sociale era quindi determinante per il progresso, inteso come riscatto da uno stato degenerativo, sorta di evoluzione a rovescio.

Whately / Scarpelli, Giacomo. - STAMPA. - (1996), pp. 4627-4627.

Whately

SCARPELLI, Giacomo
1996-01-01

Abstract

Richard Whately fu il principale rappresentante del cosiddetto pensiero degenerazionista della prima metà dell'Ottocento. Arcivescovo anglicano di Dublino e docente di economia politica a Oxford, prospettò l'ipotesi che l'uomo primevo fosse vissuto in una condizione superiore a quella del selvaggio odierno e tali benefici andavano ascritti alla prodigalità della Provvidenza. La fase di aggregazione sociale era quindi determinante per il progresso, inteso come riscatto da uno stato degenerativo, sorta di evoluzione a rovescio.
Dictionnaire du darwinisme et de l'évolution (III vol.)
2130464793
Presses Universitaires de France
FRANCIA
Whately / Scarpelli, Giacomo. - STAMPA. - (1996), pp. 4627-4627.
Scarpelli, Giacomo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/620115
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact