In seguito all'evento di crollo avvenuto il 20 luglio 2006 in località Piz Somplunf (S.Martino in Badia, Provincia Autonoma di Bolzano) è stato possibile applicare e validare in back analysis differenti modelli per l'individuazione delle possibili zone di propagazione di massi. In particolare sono stati applicati modelli, sia deterministici che empirici, per poterne confrontare potenzialità e limiti. Sono stati altresì utilizzati sia modelli bidimensionali che tridimensionali, per comprendere l'influenza della dispersione laterale nella delimitazione delle aree di possibile propagazione e per verificare la precisione ottenibile. Tutti i modelli impiegati sono stati accuratamente tarati sulla base della ricostruzione dell'evento di crollo del 20 luglio 2006 effettuata a seguito di rilevamenti di campagna. I risultati ottenuti sono stati confrontati ed è stato possibile stabilire un rapporto tra la loro accuratezza e l'applicabilità di ciascun modello utilizzato.

Il crollo di Piz Somplunf del 20 luglio 2006 (S. Martino in Badia, Dolomiti): validazione e taratura di modelli previsionali / Piacentini, Daniela; L., Selmi; Soldati, Mauro; C., Strada. - In: MEMORIE DELLA SOCIETÀ GEOGRAFICA ITALIANA. - ISSN 0391-5190. - STAMPA. - 87(2):(2009), pp. 523-531.

Il crollo di Piz Somplunf del 20 luglio 2006 (S. Martino in Badia, Dolomiti): validazione e taratura di modelli previsionali

PIACENTINI, Daniela;SOLDATI, Mauro;
2009

Abstract

In seguito all'evento di crollo avvenuto il 20 luglio 2006 in località Piz Somplunf (S.Martino in Badia, Provincia Autonoma di Bolzano) è stato possibile applicare e validare in back analysis differenti modelli per l'individuazione delle possibili zone di propagazione di massi. In particolare sono stati applicati modelli, sia deterministici che empirici, per poterne confrontare potenzialità e limiti. Sono stati altresì utilizzati sia modelli bidimensionali che tridimensionali, per comprendere l'influenza della dispersione laterale nella delimitazione delle aree di possibile propagazione e per verificare la precisione ottenibile. Tutti i modelli impiegati sono stati accuratamente tarati sulla base della ricostruzione dell'evento di crollo del 20 luglio 2006 effettuata a seguito di rilevamenti di campagna. I risultati ottenuti sono stati confrontati ed è stato possibile stabilire un rapporto tra la loro accuratezza e l'applicabilità di ciascun modello utilizzato.
87(2)
523
531
Il crollo di Piz Somplunf del 20 luglio 2006 (S. Martino in Badia, Dolomiti): validazione e taratura di modelli previsionali / Piacentini, Daniela; L., Selmi; Soldati, Mauro; C., Strada. - In: MEMORIE DELLA SOCIETÀ GEOGRAFICA ITALIANA. - ISSN 0391-5190. - STAMPA. - 87(2):(2009), pp. 523-531.
Piacentini, Daniela; L., Selmi; Soldati, Mauro; C., Strada
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/610342
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact