Obiettivi. L’obiettivo generale della ricerca è approfondire le conoscenze su alcuni aspetti critici e poco conosciuti del rischio legionellosi, attraverso un’indagine multicentrica che si avvale di un approccio integrato epidemiologico e biomolecolare. Metodi. Dal 2001 è in corso uno studio epidemiologico multicentrico per individuare la prevalenza di anticorpi anti-Legionella in gruppi di popolazione a diverso rischio espositivo e per identificare la frequenza di legionellosi su oltre 4.000 pazienti con polmonite, tramite la ricerca dell’antigene urinario di L.pneumophila e conferma colturale e sierologica. E’ prevista un’indagine sugli strumenti diagnostici più idonei all’applicazione su larga scala per una precoce individuazione dei casi e la caratterizzazione (studio caso-controllo) dei fattori di rischio correlati con l’insorgenza di malattia sia in termini di esposizione che di condizioni individuali predisponenti, incluso lo studio dei polimorfismi di alcuni geni correlati alla suscettibilità/resistenza dell’ospite. Contemporaneamente, viene effettuato un monitoraggio ambientale nelle strutture sanitarie ed in altri ambienti confinati per indagare sulla diffusione di Legionella nei sistemi idrici, caratterizzare i fattori associati alla colonizzazione e attuare idonee misure di prevenzione e disinfezione. Per definire il grado di correlazione tra sierotipi, genotipi e virulenza, i ceppi isolati durante la sorveglianza clinica ed ambientale vengono siero- e genotipizzati. Infine, è previsto un approfondimento sui meccanismi che favoriscono la presenza del microrganismo nei serbatoi ambientali e sui meccanismi di resistenza/suscettibilità all’infezione dell’ospite attraverso indagini in vitro per valutare l’interazione di Legionella con le amebe e la capacità di interagire con cellule macrofagiche. Risultati e considerazioni. I risultati complessivi dello studio, del quale vengono riportati i dati più significativi fin qui raccolti, permetteranno l’acquisizione di elementi utili per la valutazione del rischio legionellosi e l’adozione di appropriate misure di prevenzione negli ambienti di vita e di lavoro, con particolare riferimento alla sorveglianza e controllo delle infezioni di origine nosocomiale

LO STUDIO MULTICENTRICO ITALIANO SULLE LEGIONELLOSI: RICERCHE AMBIENTALI, SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA, STRATEGIE DI PREVENZIONE E CONTROLLO / Borella, Paola; Neglia, Rachele Giovanna; M. T., Montagna; C., Napoli; S., Pignato; G., Giammanco; V., Romano Spica; S., Boccia; P., Legnani; F., Zanetti; G., Stancanelli; Scaltriti, Stefania; M., Triassi; G., Ribera D’Alcalà; C. M., Zotti; A., Ruggenini Moiraghi. - In: JOURNAL OF PREVENTIVE MEDICINE AND HYGIENE. - ISSN 1121-2233. - STAMPA. - 45/4:(2004), pp. 182-182. ((Intervento presentato al convegno 41° Congresso Nazionale della Società Italiana d’Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica tenutosi a Genova nel 20-23 Ottobre 2004.

LO STUDIO MULTICENTRICO ITALIANO SULLE LEGIONELLOSI: RICERCHE AMBIENTALI, SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA, STRATEGIE DI PREVENZIONE E CONTROLLO

BORELLA, Paola;NEGLIA, Rachele Giovanna;SCALTRITI, Stefania;
2004

Abstract

Obiettivi. L’obiettivo generale della ricerca è approfondire le conoscenze su alcuni aspetti critici e poco conosciuti del rischio legionellosi, attraverso un’indagine multicentrica che si avvale di un approccio integrato epidemiologico e biomolecolare. Metodi. Dal 2001 è in corso uno studio epidemiologico multicentrico per individuare la prevalenza di anticorpi anti-Legionella in gruppi di popolazione a diverso rischio espositivo e per identificare la frequenza di legionellosi su oltre 4.000 pazienti con polmonite, tramite la ricerca dell’antigene urinario di L.pneumophila e conferma colturale e sierologica. E’ prevista un’indagine sugli strumenti diagnostici più idonei all’applicazione su larga scala per una precoce individuazione dei casi e la caratterizzazione (studio caso-controllo) dei fattori di rischio correlati con l’insorgenza di malattia sia in termini di esposizione che di condizioni individuali predisponenti, incluso lo studio dei polimorfismi di alcuni geni correlati alla suscettibilità/resistenza dell’ospite. Contemporaneamente, viene effettuato un monitoraggio ambientale nelle strutture sanitarie ed in altri ambienti confinati per indagare sulla diffusione di Legionella nei sistemi idrici, caratterizzare i fattori associati alla colonizzazione e attuare idonee misure di prevenzione e disinfezione. Per definire il grado di correlazione tra sierotipi, genotipi e virulenza, i ceppi isolati durante la sorveglianza clinica ed ambientale vengono siero- e genotipizzati. Infine, è previsto un approfondimento sui meccanismi che favoriscono la presenza del microrganismo nei serbatoi ambientali e sui meccanismi di resistenza/suscettibilità all’infezione dell’ospite attraverso indagini in vitro per valutare l’interazione di Legionella con le amebe e la capacità di interagire con cellule macrofagiche. Risultati e considerazioni. I risultati complessivi dello studio, del quale vengono riportati i dati più significativi fin qui raccolti, permetteranno l’acquisizione di elementi utili per la valutazione del rischio legionellosi e l’adozione di appropriate misure di prevenzione negli ambienti di vita e di lavoro, con particolare riferimento alla sorveglianza e controllo delle infezioni di origine nosocomiale
45/4
182
182
Borella, Paola; Neglia, Rachele Giovanna; M. T., Montagna; C., Napoli; S., Pignato; G., Giammanco; V., Romano Spica; S., Boccia; P., Legnani; F., Zanetti; G., Stancanelli; Scaltriti, Stefania; M., Triassi; G., Ribera D’Alcalà; C. M., Zotti; A., Ruggenini Moiraghi
LO STUDIO MULTICENTRICO ITALIANO SULLE LEGIONELLOSI: RICERCHE AMBIENTALI, SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA, STRATEGIE DI PREVENZIONE E CONTROLLO / Borella, Paola; Neglia, Rachele Giovanna; M. T., Montagna; C., Napoli; S., Pignato; G., Giammanco; V., Romano Spica; S., Boccia; P., Legnani; F., Zanetti; G., Stancanelli; Scaltriti, Stefania; M., Triassi; G., Ribera D’Alcalà; C. M., Zotti; A., Ruggenini Moiraghi. - In: JOURNAL OF PREVENTIVE MEDICINE AND HYGIENE. - ISSN 1121-2233. - STAMPA. - 45/4:(2004), pp. 182-182. ((Intervento presentato al convegno 41° Congresso Nazionale della Società Italiana d’Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica tenutosi a Genova nel 20-23 Ottobre 2004.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/597221
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact