Obiettivo. Nonostante la frequente presenza di Legionella nei sistemi idrici degli ambienti di vita e di lavoro, il rischio di infezione e/o malattia negli esposti è poco conosciuto. E’ stata pertanto condotta una indagine sulla prevalenza di anticorpi anti-Legionella nei dipendenti di ospedali contaminati e nei soggetti HIV-sieropositivi.Metodi.: Sono stati arruolati oltre 500 soggetti, suddivisi in base alle categorie di rischio: dipendenti degli ospedali (medici, infermieri, ecc.), personale di unità odontoiatriche, idraulici, soggetti HIV-positivi e come controlli donatori di sangue e impiegati delle strutture esaminate. La presenza di anticorpi nel siero è stata valutata tramite test IFA, assumendo 1:128 come cut-off per la positività. In tutti i gruppi sono state raccolte informazioni sui fattori di rischio per l’esposizione, utilizzando un questionario standardizzato.Risultati. La prevalenza di anticorpi anti-Legionella era significativamente più elevata nei dipendenti dell’ospedale (33,8 vs 10,0%, p<0,001) e nel personale odontoiatrico (31,8 vs 9,1%, p<0,01) rispetto ai controlli. Non è stata invece trovata differenza negli idraulici (9,8 vs 17,6%) e nei soggetti HIV-positivi. La positività riguardava prevalentemente L.pneumophila sierogruppi 7-14 e il titolo prevalente era 1:256. L’analisi dei fattori di rischio effettuata tra i lavoratori ospedalieri non ha evidenziato alcuna associazione significativa, tranne che per l’utilizzo di docce nei luoghi di lavoro. Nessun dipendente ha contratto la malattia negli ultimi 5 anni.Discussione. La frequenza di sieropositività è particolarmente elevata nel personale ospedaliero e nei lavoratori dell’odontoiatria, mentre gli HIV-positivi e gli idraulici hanno livelli di anticorpi paragonabili alle popolazioni di controllo. E’ da sottolineare come anche in queste ultime la sieropositività non sia trascurabile (dal 9,1% al 17,6%). Nel personale ospedaliero, la più elevata frequenza di anticorpi anti-L.pneumophila 7-14 coincideva con la maggior diffusione di questi sierogruppi nell’ambiente, suggerendo che la positività sia espressione di esposizione più che di malattia in atto o pregressa.

Sieropositività per Legionella spp in gruppi di popolazione a diverso rischio espositivo / Borella, Paola; Mazzini, Elisa; Bargellini, Annalisa; M. T., Montagna; D., Tatò; C., Napoli; S., Pignato; G., Giammanco; M. A., Coniglio; G., Stancanelli; Scaltriti, Stefania; L., Lopalco; C. M., Zotti; M., Giacomuzzi; M., Gentile. - In: JOURNAL OF PREVENTIVE MEDICINE AND HYGIENE. - ISSN 1121-2233. - STAMPA. - 45/4:(2004), pp. 167-167. ((Intervento presentato al convegno 41° Congresso Nazionale della Società Italiana d’Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica tenutosi a Genova nel 20-23 Ottobre 2004.

Sieropositività per Legionella spp in gruppi di popolazione a diverso rischio espositivo

BORELLA, Paola;MAZZINI, ELISA;BARGELLINI, Annalisa;SCALTRITI, Stefania;
2004

Abstract

Obiettivo. Nonostante la frequente presenza di Legionella nei sistemi idrici degli ambienti di vita e di lavoro, il rischio di infezione e/o malattia negli esposti è poco conosciuto. E’ stata pertanto condotta una indagine sulla prevalenza di anticorpi anti-Legionella nei dipendenti di ospedali contaminati e nei soggetti HIV-sieropositivi.Metodi.: Sono stati arruolati oltre 500 soggetti, suddivisi in base alle categorie di rischio: dipendenti degli ospedali (medici, infermieri, ecc.), personale di unità odontoiatriche, idraulici, soggetti HIV-positivi e come controlli donatori di sangue e impiegati delle strutture esaminate. La presenza di anticorpi nel siero è stata valutata tramite test IFA, assumendo 1:128 come cut-off per la positività. In tutti i gruppi sono state raccolte informazioni sui fattori di rischio per l’esposizione, utilizzando un questionario standardizzato.Risultati. La prevalenza di anticorpi anti-Legionella era significativamente più elevata nei dipendenti dell’ospedale (33,8 vs 10,0%, p<0,001) e nel personale odontoiatrico (31,8 vs 9,1%, p<0,01) rispetto ai controlli. Non è stata invece trovata differenza negli idraulici (9,8 vs 17,6%) e nei soggetti HIV-positivi. La positività riguardava prevalentemente L.pneumophila sierogruppi 7-14 e il titolo prevalente era 1:256. L’analisi dei fattori di rischio effettuata tra i lavoratori ospedalieri non ha evidenziato alcuna associazione significativa, tranne che per l’utilizzo di docce nei luoghi di lavoro. Nessun dipendente ha contratto la malattia negli ultimi 5 anni.Discussione. La frequenza di sieropositività è particolarmente elevata nel personale ospedaliero e nei lavoratori dell’odontoiatria, mentre gli HIV-positivi e gli idraulici hanno livelli di anticorpi paragonabili alle popolazioni di controllo. E’ da sottolineare come anche in queste ultime la sieropositività non sia trascurabile (dal 9,1% al 17,6%). Nel personale ospedaliero, la più elevata frequenza di anticorpi anti-L.pneumophila 7-14 coincideva con la maggior diffusione di questi sierogruppi nell’ambiente, suggerendo che la positività sia espressione di esposizione più che di malattia in atto o pregressa.
45/4
167
167
Borella, Paola; Mazzini, Elisa; Bargellini, Annalisa; M. T., Montagna; D., Tatò; C., Napoli; S., Pignato; G., Giammanco; M. A., Coniglio; G., Stancanelli; Scaltriti, Stefania; L., Lopalco; C. M., Zotti; M., Giacomuzzi; M., Gentile
Sieropositività per Legionella spp in gruppi di popolazione a diverso rischio espositivo / Borella, Paola; Mazzini, Elisa; Bargellini, Annalisa; M. T., Montagna; D., Tatò; C., Napoli; S., Pignato; G., Giammanco; M. A., Coniglio; G., Stancanelli; Scaltriti, Stefania; L., Lopalco; C. M., Zotti; M., Giacomuzzi; M., Gentile. - In: JOURNAL OF PREVENTIVE MEDICINE AND HYGIENE. - ISSN 1121-2233. - STAMPA. - 45/4:(2004), pp. 167-167. ((Intervento presentato al convegno 41° Congresso Nazionale della Società Italiana d’Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica tenutosi a Genova nel 20-23 Ottobre 2004.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/597218
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact