Sulla presenza di composti alogenati organici in acque potabili italiane