Il contributo mira a formulare un concetto di interculturalità "individuale": l'estraneo non è ha una collocazione spaziale o culturale ma essenzialmente temporale: l'estraneità è quella del nostro passato che viene di volta involta addomesticato dalle narrazioni.

Cosa c'è di vero in un'esperienza interculturale immaginata? / Giacobazzi, Cesare. - STAMPA. - 1:(2008), pp. 3-209. ((Intervento presentato al convegno Multilinguismo e interculturalita: confronto, identita, arricchimento tenutosi a Milano nel 20 ottobre 2000.

Cosa c'è di vero in un'esperienza interculturale immaginata?

GIACOBAZZI, Cesare
2008

Abstract

Il contributo mira a formulare un concetto di interculturalità "individuale": l'estraneo non è ha una collocazione spaziale o culturale ma essenzialmente temporale: l'estraneità è quella del nostro passato che viene di volta involta addomesticato dalle narrazioni.
Multilinguismo e interculturalita: confronto, identita, arricchimento
Milano
20 ottobre 2000
1
3
209
Giacobazzi, Cesare
Cosa c'è di vero in un'esperienza interculturale immaginata? / Giacobazzi, Cesare. - STAMPA. - 1:(2008), pp. 3-209. ((Intervento presentato al convegno Multilinguismo e interculturalita: confronto, identita, arricchimento tenutosi a Milano nel 20 ottobre 2000.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/595633
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact