In questa nota viene preso in esame il caso della Pietra di Bismantova e, per confronto, quello del Monte Valestra (Appennino reggiano). In base alle caratteristiche morfologiche e strutturali della Pietra di Bismantova sono riconoscibili in pianta due aree distinte: una a forma tabulare e l'altra, più ridotta arealmente, di forma arcuata. La diversa evoluzione dei fenomeni franosi in queste due aree è strettamente legata alla differente natura del substrato, che nel caso della porzione tabulare è costituito da litotipi prevalentemente marnosi della Successione epiligure, mentre in quella arcuata, è rappresentato dalle Argille Varicolori, appartenenti ai Complessi liguri. L'analisi delle relazioni fra elementi strutturali e morfologici e caratteristiche geotecniche e mineralogiche ha permesso di riconoscere una tipologia complessa dei movimenti, soltanto in parte riconducibili a deformazioni gravitative profonde di versante. Sia nel caso della Pietra di Bismantova che del Monte Valestra gli elementi morfologici che più di ogni altro possono far pensare a cedimenti generalizzati del substrato sono ascrivibili piuttosto a sollecitazioni distensive lungo i margini esterni delle placche dovute alla maggiore deformabilità dei terreni d'appoggio.

Caratteristiche geologico-strutturali della Pietra di Bismantova e fenomeni franosi connessi (Appennino reggiano) / Conti, Stefano; Tosatti, Giovanni. - In: QUADERNI DI GEOLOGIA APPLICATA. - ISSN 1593-8433. - STAMPA. - 1:(1994), pp. 25-43.

Caratteristiche geologico-strutturali della Pietra di Bismantova e fenomeni franosi connessi (Appennino reggiano)

CONTI, Stefano;TOSATTI, Giovanni
1994

Abstract

In questa nota viene preso in esame il caso della Pietra di Bismantova e, per confronto, quello del Monte Valestra (Appennino reggiano). In base alle caratteristiche morfologiche e strutturali della Pietra di Bismantova sono riconoscibili in pianta due aree distinte: una a forma tabulare e l'altra, più ridotta arealmente, di forma arcuata. La diversa evoluzione dei fenomeni franosi in queste due aree è strettamente legata alla differente natura del substrato, che nel caso della porzione tabulare è costituito da litotipi prevalentemente marnosi della Successione epiligure, mentre in quella arcuata, è rappresentato dalle Argille Varicolori, appartenenti ai Complessi liguri. L'analisi delle relazioni fra elementi strutturali e morfologici e caratteristiche geotecniche e mineralogiche ha permesso di riconoscere una tipologia complessa dei movimenti, soltanto in parte riconducibili a deformazioni gravitative profonde di versante. Sia nel caso della Pietra di Bismantova che del Monte Valestra gli elementi morfologici che più di ogni altro possono far pensare a cedimenti generalizzati del substrato sono ascrivibili piuttosto a sollecitazioni distensive lungo i margini esterni delle placche dovute alla maggiore deformabilità dei terreni d'appoggio.
1
25
43
Caratteristiche geologico-strutturali della Pietra di Bismantova e fenomeni franosi connessi (Appennino reggiano) / Conti, Stefano; Tosatti, Giovanni. - In: QUADERNI DI GEOLOGIA APPLICATA. - ISSN 1593-8433. - STAMPA. - 1:(1994), pp. 25-43.
Conti, Stefano; Tosatti, Giovanni
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Frane Bismantova.pdf

non disponibili

Tipologia: Post-print dell'autore (bozza post referaggio)
Dimensione 3.17 MB
Formato Adobe PDF
3.17 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/594637
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact