Nel presente lavoro vengono discussi due insiemi di ricerche di ambito neuroscientifico attinenti al problema del libero arbitrio. La nozione classica di libero arbitrio incorpora due concetti, libertà come autonomia di un agente che controlla le sue azioni (libertas spontaneitatis) e libertà come possibilità di agire altrimenti (libertas indifferentiae). E’ quindi interessante descrivere, da un punto di vista neuroscientifico, come avviene un’azione e, più specificamente, quali processi mentali / cerebrali portino alla scelta di un’azione. Verrà discusso un primo insieme di ricerche su meccanismi e strutture cerebrali che codificano i processi di scelta, ovvero come viene presa una decisione (decision-making) (capitolo 1). Porsi il problema del free will (volizione libera, libero arbitrio) è tipicamente porsi il problema del conscious will (volizione cosciente). Verrà quindi discussa la metafisica che è intrinseca al programma di ricerca neuroscientifico sul decision-making, cercando di esplicitare quale statuto questa metafisica conferisca ai fenomeni mentali coscienti (capitolo 2). Quindi verrà descritto un secondo insieme di ricerche riguardanti la neurobiologia e neuropsicologia della volizione cosciente (capitolo 3). Infine, verranno presentati alcuni spunti per una discussione sul libero arbitrio ricavati dalle ricerche scientifiche precedentemente descritte (capitolo 4).

Neuroscienze e libero arbitrio / Zoli, Michele. - STAMPA. - (2007), pp. 201-239. ((Intervento presentato al convegno Identità, differenze, conflitti tenutosi a Venezia nel 17-19 settembre 2007.

Neuroscienze e libero arbitrio

ZOLI, Michele
2007

Abstract

Nel presente lavoro vengono discussi due insiemi di ricerche di ambito neuroscientifico attinenti al problema del libero arbitrio. La nozione classica di libero arbitrio incorpora due concetti, libertà come autonomia di un agente che controlla le sue azioni (libertas spontaneitatis) e libertà come possibilità di agire altrimenti (libertas indifferentiae). E’ quindi interessante descrivere, da un punto di vista neuroscientifico, come avviene un’azione e, più specificamente, quali processi mentali / cerebrali portino alla scelta di un’azione. Verrà discusso un primo insieme di ricerche su meccanismi e strutture cerebrali che codificano i processi di scelta, ovvero come viene presa una decisione (decision-making) (capitolo 1). Porsi il problema del free will (volizione libera, libero arbitrio) è tipicamente porsi il problema del conscious will (volizione cosciente). Verrà quindi discussa la metafisica che è intrinseca al programma di ricerca neuroscientifico sul decision-making, cercando di esplicitare quale statuto questa metafisica conferisca ai fenomeni mentali coscienti (capitolo 2). Quindi verrà descritto un secondo insieme di ricerche riguardanti la neurobiologia e neuropsicologia della volizione cosciente (capitolo 3). Infine, verranno presentati alcuni spunti per una discussione sul libero arbitrio ricavati dalle ricerche scientifiche precedentemente descritte (capitolo 4).
Identità, differenze, conflitti
Venezia
17-19 settembre 2007
201
239
Zoli, Michele
Neuroscienze e libero arbitrio / Zoli, Michele. - STAMPA. - (2007), pp. 201-239. ((Intervento presentato al convegno Identità, differenze, conflitti tenutosi a Venezia nel 17-19 settembre 2007.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/593253
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact