Propaganda elettorale fra libertà di formazione e di manifestazione del pensiero