La disciplina sulla par condicio al vaglio della corte costituzionale: una funzionalizzazione della libertà d’antenna?