Nella dotazione globale dei Fondi Strutturali, la Commissione Europea ha previsto che una pic-cola quota (fino allo 0,65% nell’attuale periodo di programmazione) sia destinata ad azioni innovative che consentano di sperimentare nuove modalità per l’intervento strutturale comunitario: è in questo contesto che vanno considerati i Programmi Regionali di Azioni Innovative. Il paper esamina il caso del PRAI realizzato dalla regione Toscana nel periodo 2001-2004: uno strumento innovativo che la regione Toscana ha deciso di adottare per stimolare i processi di innova-zione tecnologica nell’economia regionale mediante la creazione di reti di cooperazione, di una plura-lità di attori presenti nella regione, finalizzate all’integrazione di competenze e alla sperimentazione di metodologie di diffusione dell’innovazione.In questo paper proponiamo una duplice chiave di lettura: del carattere innovativo del particola-re strumento di policy e delle questioni metodologiche connesse con l’analisi di reti di attori che parte-cipano ai processi di innovazione.La prima chiave di lettura ci introdurrà all’esame delle principali azioni intraprese dalla regione nella definizione e nella gestione del programma; la seconda chiave di lettura consentirà di mettere a fuoco le reti di relazioni che hanno reso possibile la realizzazione dei progetti e le reti di relazioni che attraversano i progetti.L’analisi metterà in luce i principali aspetti metodologici che potrebbero migliorare la costru-zione e la gestione di un Programma Regionale di Azioni Innovative con riferimento (1) all’analisi del ruolo dei diversi attori nel processo di innovazione e nella creazione di reti di cooperazione; (2) alla struttura emergente del Programma (evidenziata dall’analisi delle reti di relazioni tra i partecipanti). La sezione 1 introduce i temi della ricerca, evidenziando quali erano dal punto di vista dei po-licy maker gli obiettivi del Programma, e presenta gli aspetti teorici (rilevanti nell’analisi delle rela-zioni generative che sostengono i processi di innovazione) e gli strumenti di analisi (ricerca etnografi-ca e analisi delle reti di relazioni sociali) adottati nella ricerca. Nella sezione 2 sarà presentato il qua-dro d’insieme del Programma e dei progetti, con particolare riferimento alle caratteristiche dei diversi tipi di attori che hanno partecipato al programma. Le sezioni 3 e 4 si focalizzano sulle reti di relazioni tra gli attori e sulla struttura emergente del Programma. La sezione 5 propone alcune riflessioni di sin-tesi su risultati e obiettivi dell’analisi con particolare riferimento alle potenzialità e limiti di questo nuovo strumento di politica regionale dell’innovazione.

Stimolare l’innovazione con strumenti innovativi: reti di partenariato e sviluppo locale nel PRAI-ITT 2002-03 / Russo, Margherita; F., Rossi. - In: RIV. RASSEGNA ITALIANA DI VALUTAZIONE. - ISSN 1826-0713. - STAMPA. - 32:(2005), pp. 7-43.

Stimolare l’innovazione con strumenti innovativi: reti di partenariato e sviluppo locale nel PRAI-ITT 2002-03

RUSSO, Margherita;
2005

Abstract

Nella dotazione globale dei Fondi Strutturali, la Commissione Europea ha previsto che una pic-cola quota (fino allo 0,65% nell’attuale periodo di programmazione) sia destinata ad azioni innovative che consentano di sperimentare nuove modalità per l’intervento strutturale comunitario: è in questo contesto che vanno considerati i Programmi Regionali di Azioni Innovative. Il paper esamina il caso del PRAI realizzato dalla regione Toscana nel periodo 2001-2004: uno strumento innovativo che la regione Toscana ha deciso di adottare per stimolare i processi di innova-zione tecnologica nell’economia regionale mediante la creazione di reti di cooperazione, di una plura-lità di attori presenti nella regione, finalizzate all’integrazione di competenze e alla sperimentazione di metodologie di diffusione dell’innovazione.In questo paper proponiamo una duplice chiave di lettura: del carattere innovativo del particola-re strumento di policy e delle questioni metodologiche connesse con l’analisi di reti di attori che parte-cipano ai processi di innovazione.La prima chiave di lettura ci introdurrà all’esame delle principali azioni intraprese dalla regione nella definizione e nella gestione del programma; la seconda chiave di lettura consentirà di mettere a fuoco le reti di relazioni che hanno reso possibile la realizzazione dei progetti e le reti di relazioni che attraversano i progetti.L’analisi metterà in luce i principali aspetti metodologici che potrebbero migliorare la costru-zione e la gestione di un Programma Regionale di Azioni Innovative con riferimento (1) all’analisi del ruolo dei diversi attori nel processo di innovazione e nella creazione di reti di cooperazione; (2) alla struttura emergente del Programma (evidenziata dall’analisi delle reti di relazioni tra i partecipanti). La sezione 1 introduce i temi della ricerca, evidenziando quali erano dal punto di vista dei po-licy maker gli obiettivi del Programma, e presenta gli aspetti teorici (rilevanti nell’analisi delle rela-zioni generative che sostengono i processi di innovazione) e gli strumenti di analisi (ricerca etnografi-ca e analisi delle reti di relazioni sociali) adottati nella ricerca. Nella sezione 2 sarà presentato il qua-dro d’insieme del Programma e dei progetti, con particolare riferimento alle caratteristiche dei diversi tipi di attori che hanno partecipato al programma. Le sezioni 3 e 4 si focalizzano sulle reti di relazioni tra gli attori e sulla struttura emergente del Programma. La sezione 5 propone alcune riflessioni di sin-tesi su risultati e obiettivi dell’analisi con particolare riferimento alle potenzialità e limiti di questo nuovo strumento di politica regionale dell’innovazione.
32
7
43
Stimolare l’innovazione con strumenti innovativi: reti di partenariato e sviluppo locale nel PRAI-ITT 2002-03 / Russo, Margherita; F., Rossi. - In: RIV. RASSEGNA ITALIANA DI VALUTAZIONE. - ISSN 1826-0713. - STAMPA. - 32:(2005), pp. 7-43.
Russo, Margherita; F., Rossi
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/585633
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact