«Il computer come spazio di osservazione. Un aspetto del progetto SCALE per bambini Down»