La micropropagazione è stata applicata ai vitigni del Lazio Procanico, Greco VT1, Greco VT2, Malvasia puntinata, Romanesco, Rossetto e Verdello, al fine di disporre di una tecnica di supporto alle attività di selezione clonale e sanitaria e di conservazione del germoplasma. Substrati con basso livello di citochinina si sono dimostrati favorevoli nella fase iniziale di coltura in vitro; il substrato 243 (MS modificato+ BAP 1 mg l-1) è risultato efficiente nel promuovere la moltiplicazione in Malvasia puntinata, Verdello e Procanico. Sono state studiate le relazioni tra crescita vegetativa e rizogenesi in vivo e capacità di proliferazione in vitro per acquisire informazioni utili a definire la composizione dei substrati e, d’altro canto, per utilizzare la capacità di crescita in vitro come indice del comportamento in vivo. Il tasso di moltiplicazione in vitro è risultato correlato positivamente al numero di radici avventizie formate da talee in vivo e negativamente al loro tempo di emissione. Ciò suggerisce la possibile relazione tra contenuto ormonale endogeno e la diversa risposta alla coltura in vitro di genotipi di vite

Ottimizzazione della propagazione in vitro di vitigni laziali con potenzialità viticole ed enologiche e relazioni tra crescita in vitro ed in vivo / Muganu, M; Bignami, Cristina; Barnaba, F. E.. - In: ITALUS HORTUS. - ISSN 1127-3496. - STAMPA. - 3:(2007), pp. 87-91. ((Intervento presentato al convegno I Convegno Nazionale di Viticoltura tenutosi a Ancona nel 21-23 giugno 2006.

Ottimizzazione della propagazione in vitro di vitigni laziali con potenzialità viticole ed enologiche e relazioni tra crescita in vitro ed in vivo

BIGNAMI, Cristina;
2007-01-01

Abstract

La micropropagazione è stata applicata ai vitigni del Lazio Procanico, Greco VT1, Greco VT2, Malvasia puntinata, Romanesco, Rossetto e Verdello, al fine di disporre di una tecnica di supporto alle attività di selezione clonale e sanitaria e di conservazione del germoplasma. Substrati con basso livello di citochinina si sono dimostrati favorevoli nella fase iniziale di coltura in vitro; il substrato 243 (MS modificato+ BAP 1 mg l-1) è risultato efficiente nel promuovere la moltiplicazione in Malvasia puntinata, Verdello e Procanico. Sono state studiate le relazioni tra crescita vegetativa e rizogenesi in vivo e capacità di proliferazione in vitro per acquisire informazioni utili a definire la composizione dei substrati e, d’altro canto, per utilizzare la capacità di crescita in vitro come indice del comportamento in vivo. Il tasso di moltiplicazione in vitro è risultato correlato positivamente al numero di radici avventizie formate da talee in vivo e negativamente al loro tempo di emissione. Ciò suggerisce la possibile relazione tra contenuto ormonale endogeno e la diversa risposta alla coltura in vitro di genotipi di vite
I Convegno Nazionale di Viticoltura
Ancona
21-23 giugno 2006
3
87
91
Muganu, M; Bignami, Cristina; Barnaba, F. E.
Ottimizzazione della propagazione in vitro di vitigni laziali con potenzialità viticole ed enologiche e relazioni tra crescita in vitro ed in vivo / Muganu, M; Bignami, Cristina; Barnaba, F. E.. - In: ITALUS HORTUS. - ISSN 1127-3496. - STAMPA. - 3:(2007), pp. 87-91. ((Intervento presentato al convegno I Convegno Nazionale di Viticoltura tenutosi a Ancona nel 21-23 giugno 2006.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/583383
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact