Difficoltà di lettura in L2: un problema linguistico?