La Forma A e una Forma B (appositamente preparata ad alta cristallinità) del cloramfenicolo palmitato (CAFP) sono state macinate in assenza o in presenza di differenti quantità di Avicel PH 102 come diluente.In ogni caso si ottiene una Forma a bassa cristallinità, stabile nel tempo, da noi chiamata Forma A* che, pur possedendo tutte le caratteristiche della Forma A inattiva e non soddisfacendo il saggio delle Farmacopee per il polimorfo attivo, ha rivelato tuttavia una costante di velocità di idrolisi enzimatica in vitro e quindi una disponibilità fino a 4 volte maggiore di quella della Forma B del CAFP commerciale.La quantità di diluente influenza questo fenomeno di attivazione.Nel corso di queste ricerche è stato confermato come l'enzima pancreatico non idrolizzi il CAFP in soluzione e si è potuto inoltre rilevare che la pancreatina non agirebbe, come ritenuto finora, in modo stereospecifico esclusivamente sulla struttura del polimorfo B del CAFP, ma anche sulla struttura del polimorfo A "considerato inattivo" purchè si trovi nello stato di minore cristallinità possibile, il più vicino allo stato amorfo.

Proprietà fisiche e disponibilità del cloramfenicolo palmitato in miscele macinate con cellulosa microcristallina / Cameroni, Riccardo; Coppi, Gilberto; Forni, Flavio; Bernabei, Maria Teresa. - In: IL FARMACO. EDIZIONE PRATICA. - ISSN 0430-0912. - STAMPA. - 39:(1984), pp. 76-86.

Proprietà fisiche e disponibilità del cloramfenicolo palmitato in miscele macinate con cellulosa microcristallina

CAMERONI, Riccardo;COPPI, Gilberto;FORNI, Flavio;BERNABEI, Maria Teresa
1984

Abstract

La Forma A e una Forma B (appositamente preparata ad alta cristallinità) del cloramfenicolo palmitato (CAFP) sono state macinate in assenza o in presenza di differenti quantità di Avicel PH 102 come diluente.In ogni caso si ottiene una Forma a bassa cristallinità, stabile nel tempo, da noi chiamata Forma A* che, pur possedendo tutte le caratteristiche della Forma A inattiva e non soddisfacendo il saggio delle Farmacopee per il polimorfo attivo, ha rivelato tuttavia una costante di velocità di idrolisi enzimatica in vitro e quindi una disponibilità fino a 4 volte maggiore di quella della Forma B del CAFP commerciale.La quantità di diluente influenza questo fenomeno di attivazione.Nel corso di queste ricerche è stato confermato come l'enzima pancreatico non idrolizzi il CAFP in soluzione e si è potuto inoltre rilevare che la pancreatina non agirebbe, come ritenuto finora, in modo stereospecifico esclusivamente sulla struttura del polimorfo B del CAFP, ma anche sulla struttura del polimorfo A "considerato inattivo" purchè si trovi nello stato di minore cristallinità possibile, il più vicino allo stato amorfo.
39
76
86
Proprietà fisiche e disponibilità del cloramfenicolo palmitato in miscele macinate con cellulosa microcristallina / Cameroni, Riccardo; Coppi, Gilberto; Forni, Flavio; Bernabei, Maria Teresa. - In: IL FARMACO. EDIZIONE PRATICA. - ISSN 0430-0912. - STAMPA. - 39:(1984), pp. 76-86.
Cameroni, Riccardo; Coppi, Gilberto; Forni, Flavio; Bernabei, Maria Teresa
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/450253
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? 0
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact