Seguendo un modello a prototipo e una prospettiva pragmatica attenta alla configurazione complessiva dei tratti pertinenti, si analizza un pragmatic marker nel suo sviluppo diacronico dal latino iam ai diversi esiti nelle lingue romanze, ove i valori originari sono mantenuti, ridotti o accresciuti. I valori esplicati nell’ambito della temporalità (lungo i tre assi passato, presente, futuro), dell’aspettualità (in particolare in relazione ai tratti fasali che caratterizzano sia iam che i suoi esiti nelle lingue romanze) e della modalità (relativamente sia a gradi diversi di aspettativa/condivisione/presupposizionalità, sia ad aspetti di enfasi/rafforzamento derivanti dal commitment del parlante) sono già presenti in latino; il romeno si limita agli usi strettamente temporali; sardo, spagnolo, portoghese sfruttano vari tratti modali; italiano e francese invece sembrano porsi in una situazione intermedia (per altro non coincidente), di parziale presenza di tratti non solo temporali e aspettuali, ma anche - sebbene in misura ridotta - modali.

Dal latino IAM agli esiti nelle lingue romanze:verso una configurazione pragmatica complessiva / Bazzanella, C.; Bosco, C.; Calaresu, Emilia Maria; Garcea, A.; Guil, P.; Radulescu, A.. - In: CUADERNOS DE FILOLOGÍA ITALIANA. - ISSN 1133-9527. - STAMPA. - 12:(2005), pp. 49-82.

Dal latino IAM agli esiti nelle lingue romanze:verso una configurazione pragmatica complessiva

CALARESU, Emilia Maria;
2005-01-01

Abstract

Seguendo un modello a prototipo e una prospettiva pragmatica attenta alla configurazione complessiva dei tratti pertinenti, si analizza un pragmatic marker nel suo sviluppo diacronico dal latino iam ai diversi esiti nelle lingue romanze, ove i valori originari sono mantenuti, ridotti o accresciuti. I valori esplicati nell’ambito della temporalità (lungo i tre assi passato, presente, futuro), dell’aspettualità (in particolare in relazione ai tratti fasali che caratterizzano sia iam che i suoi esiti nelle lingue romanze) e della modalità (relativamente sia a gradi diversi di aspettativa/condivisione/presupposizionalità, sia ad aspetti di enfasi/rafforzamento derivanti dal commitment del parlante) sono già presenti in latino; il romeno si limita agli usi strettamente temporali; sardo, spagnolo, portoghese sfruttano vari tratti modali; italiano e francese invece sembrano porsi in una situazione intermedia (per altro non coincidente), di parziale presenza di tratti non solo temporali e aspettuali, ma anche - sebbene in misura ridotta - modali.
12
49
82
Dal latino IAM agli esiti nelle lingue romanze:verso una configurazione pragmatica complessiva / Bazzanella, C.; Bosco, C.; Calaresu, Emilia Maria; Garcea, A.; Guil, P.; Radulescu, A.. - In: CUADERNOS DE FILOLOGÍA ITALIANA. - ISSN 1133-9527. - STAMPA. - 12:(2005), pp. 49-82.
Bazzanella, C.; Bosco, C.; Calaresu, Emilia Maria; Garcea, A.; Guil, P.; Radulescu, A.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Dal_latino_iam_agli_esiti_nelle_lingue_romanze_ver-pagine-eliminate.pdf

Open access

Tipologia: Versione pubblicata dall'editore
Dimensione 170.75 kB
Formato Adobe PDF
170.75 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/449967
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact