Non c’è forse timore di fondo che abbia maggiormente influito sui comportamenti tenuti dalla Corte costituzionale e quindi sul ruolo effettivamente svolto dalla stessa nella nostra forma di governo, della preoccupazione, da sempre presente, del mancato intervento legislativo a seguito di pronunce d’incostituzionalità. Tanto che proprio la considerazione di questa specifica evenienza rappresenta - come l'A. tenta di dimostrare - un filo rosso che lega, sotto il profilo teleologico, alcune prassi e strategie, ma anche (rectius: soprattutto) l’elaborazione di varie tecniche decisionali che risultano prive, per il resto, di punti di contatto o di analogia.Il volume, in quest'ottica, si articola in tre parti distinte ma complementari. Nella prima, anche con l'ausilio di riferimenti di natura comparata, vengono individuati i più precisi confini che delimitano il problema tradizionalmente definito dell’horror vacui.Nella seconda, viene illustrato come l’intenzione di ovviare a tale problema abbia influito sulla nascita di alcuni comportamenti o prassi seguite dalla Corte italiana (o dal suo Presidente), come anche sull’elaborazione dei più importanti modelli decisionali che sono stati «creati», dal nostro organo di giustizia costituzionale, al di là della rigida (ed inappagante) dicotomia accoglimento-rigetto.Da ultimo, focalizzando l’attenzione sul modus operandi di queste specifiche tipologie di decisioni, ne viene studiato il «seguito», e quindi il grado di «efficacia», nel raggiungere l’obiettivo perseguito. Ciò che consente all'A. di avanzare, in conclusione del lavoro, qualche ipotesi ricostruttiva circa la posizione attualmente occupata dalla Corte nei confronti dei suoi due interlocutori istituzionali (i giudici comuni ed il legislatore) e dunque, in ultima analisi, all’interno della nostra forma di governo.

L’horror vacui nel giudizio sulle leggi. Prassi e tecniche decisionali utilizzate dalla Corte costituzionale allo scopo di ovviare all’inerzia del legislatore / Pinardi, Roberto. - STAMPA. - (2007), pp. 1-211.

L’horror vacui nel giudizio sulle leggi. Prassi e tecniche decisionali utilizzate dalla Corte costituzionale allo scopo di ovviare all’inerzia del legislatore

PINARDI, Roberto
2007

Abstract

Non c’è forse timore di fondo che abbia maggiormente influito sui comportamenti tenuti dalla Corte costituzionale e quindi sul ruolo effettivamente svolto dalla stessa nella nostra forma di governo, della preoccupazione, da sempre presente, del mancato intervento legislativo a seguito di pronunce d’incostituzionalità. Tanto che proprio la considerazione di questa specifica evenienza rappresenta - come l'A. tenta di dimostrare - un filo rosso che lega, sotto il profilo teleologico, alcune prassi e strategie, ma anche (rectius: soprattutto) l’elaborazione di varie tecniche decisionali che risultano prive, per il resto, di punti di contatto o di analogia.Il volume, in quest'ottica, si articola in tre parti distinte ma complementari. Nella prima, anche con l'ausilio di riferimenti di natura comparata, vengono individuati i più precisi confini che delimitano il problema tradizionalmente definito dell’horror vacui.Nella seconda, viene illustrato come l’intenzione di ovviare a tale problema abbia influito sulla nascita di alcuni comportamenti o prassi seguite dalla Corte italiana (o dal suo Presidente), come anche sull’elaborazione dei più importanti modelli decisionali che sono stati «creati», dal nostro organo di giustizia costituzionale, al di là della rigida (ed inappagante) dicotomia accoglimento-rigetto.Da ultimo, focalizzando l’attenzione sul modus operandi di queste specifiche tipologie di decisioni, ne viene studiato il «seguito», e quindi il grado di «efficacia», nel raggiungere l’obiettivo perseguito. Ciò che consente all'A. di avanzare, in conclusione del lavoro, qualche ipotesi ricostruttiva circa la posizione attualmente occupata dalla Corte nei confronti dei suoi due interlocutori istituzionali (i giudici comuni ed il legislatore) e dunque, in ultima analisi, all’interno della nostra forma di governo.
9788814136795
Giuffrè
ITALIA
L’horror vacui nel giudizio sulle leggi. Prassi e tecniche decisionali utilizzate dalla Corte costituzionale allo scopo di ovviare all’inerzia del legislatore / Pinardi, Roberto. - STAMPA. - (2007), pp. 1-211.
Pinardi, Roberto
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
l'horror vacui nel giudizio sulle leggi definitivo.pdf

non disponibili

Descrizione: monografia in pdf
Tipologia: Versione dell'editore (versione pubblicata)
Dimensione 1.26 MB
Formato Adobe PDF
1.26 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/421030
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact