Convivere con l’alterità: i legami, gli spazi e il lockdown