Paolo VI e l'immagine dei suoi predecessori