L’approccio al neonato a rischio di infezione batterica precoce è un problema emergente e in continua evoluzione. In passato l’approccio era basato principalmente sull’esecuzione di test di laboratorio, che sono risultati però scarsamente predittivi e causa di ripetuti prelievi di sangue e antibiotico-terapie ingiustificate, con alterazioni del nascente microbiota intestinale e possibili effetti a lungo termine. La medicalizzazione di neonati asintomatici interferisce inoltre con l’allattamento al seno. Recenti esperienze in Friuli Venezia Giulia ed Emilia-Romagna suggeriscono come sia utile un approccio meno invasivo, basato essenzialmente sull’osservazione clinica attenta e ripetuta a orari standard di neonati asintomatici a termine o lievemente pretermine, indipendentemente dal loro grado di rischio. Tale approccio è utile a una diagnosi tempestiva, non separa le madri dai loro piccoli e conseguentemente non interferisce con lo sviluppo del nascente microbiota intestinale né con l’allattamento al seno.

The approach to the newborn at risk of early-onset sepsis is a challenge. In the past the approach was mainly based on laboratory tests, which were poorly predictive and might cause repeated blood samples and unnecessary antibiotic therapies, with possible long-term side effects. The medicalisation of asymptomatic newborns also interferes with breastfeeding. Recent experiences carried out in the Friuli Venezia Giulia and Emilia-Romagna Regions (Italy) have suggested that a less invasive approach is useful. This approach is mainly based on careful and repeated clinical observations of asymptomatic full-term or late preterm infants at standard intervals, regardless of risk factors. Moreover, it is useful for a timely diagnosis, does not separate mothers from their neonates and consequently does not interfere with the development of the nascent intestinal microbiota and breastfeeding.

Observation on the newborn at risk of early-onset sepsis: The approach of the Emilia-Romagna Region (Italy) [Osservazione nel neonato a rischio di sepsi precoce: L'Approccio della Regione Emilia-Romagna] / Berardi, A.; Spada, C.; Ciccia, M.; Capretti, M.; Brusa, G.; Sandri, F.; Balestri, E.; Rocca, L.; Gambini, L.; Azzalli, M.; Rizzo, V.; Piccinini, G.; Vaccina, E.; Lucaccioni, L.. - In: MEDICO E BAMBINO. - ISSN 1591-3090. - 38:6(2019), pp. 370-376.

Observation on the newborn at risk of early-onset sepsis: The approach of the Emilia-Romagna Region (Italy) [Osservazione nel neonato a rischio di sepsi precoce: L'Approccio della Regione Emilia-Romagna]

Berardi A.;Spada C.;Balestri E.;Rocca L.;Rizzo V.;Vaccina E.;Lucaccioni L.
2019

Abstract

L’approccio al neonato a rischio di infezione batterica precoce è un problema emergente e in continua evoluzione. In passato l’approccio era basato principalmente sull’esecuzione di test di laboratorio, che sono risultati però scarsamente predittivi e causa di ripetuti prelievi di sangue e antibiotico-terapie ingiustificate, con alterazioni del nascente microbiota intestinale e possibili effetti a lungo termine. La medicalizzazione di neonati asintomatici interferisce inoltre con l’allattamento al seno. Recenti esperienze in Friuli Venezia Giulia ed Emilia-Romagna suggeriscono come sia utile un approccio meno invasivo, basato essenzialmente sull’osservazione clinica attenta e ripetuta a orari standard di neonati asintomatici a termine o lievemente pretermine, indipendentemente dal loro grado di rischio. Tale approccio è utile a una diagnosi tempestiva, non separa le madri dai loro piccoli e conseguentemente non interferisce con lo sviluppo del nascente microbiota intestinale né con l’allattamento al seno.
mag-2019
38
6
370
376
Observation on the newborn at risk of early-onset sepsis: The approach of the Emilia-Romagna Region (Italy) [Osservazione nel neonato a rischio di sepsi precoce: L'Approccio della Regione Emilia-Romagna] / Berardi, A.; Spada, C.; Ciccia, M.; Capretti, M.; Brusa, G.; Sandri, F.; Balestri, E.; Rocca, L.; Gambini, L.; Azzalli, M.; Rizzo, V.; Piccinini, G.; Vaccina, E.; Lucaccioni, L.. - In: MEDICO E BAMBINO. - ISSN 1591-3090. - 38:6(2019), pp. 370-376.
Berardi, A.; Spada, C.; Ciccia, M.; Capretti, M.; Brusa, G.; Sandri, F.; Balestri, E.; Rocca, L.; Gambini, L.; Azzalli, M.; Rizzo, V.; Piccinini, G.; Vaccina, E.; Lucaccioni, L.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Osservazione nel neonato a rischio di sepsi precoce.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione dell'editore (versione pubblicata)
Dimensione 153.37 kB
Formato Adobe PDF
153.37 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/1204038
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 4
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact