«Battere i Rossi nel proprio cortile». La Città dei Ragazzi come ponte tra Modena, Stati Uniti e Inghilterra