Il saggio si occupa della transizione del settore agricolo italiano dalla guerra alla pace prendendo in considerazione il caso di una delle regioni più importanti, quella emiliano-romagnola. Sulla scorta di un’ampia rassegna della bibliografia esistente, dello spoglio di una considerevole pubblicistica di carattere politico, economico, sindacale e tecnico, nonché di alcuni sondaggi archivistici relativi soprattutto alla gestione dell’ordine pubblico, il lavoro vuole sottolineare in primo luogo gli aspetti di continuità fra periodo bellico e postbellico dal punto di vista della legislazione e delle politiche relative al settore agricolo. Nella seconda parte del saggio sono invece considerati i conflitti agrari che interessarono la regione emiliano-romagnola durante il cosiddetto “biennio rosso”, cogliendone sia i tratti generali comuni (controllo del mercato del lavoro da parte delle organizzazioni operaie, tentativi di estendere le forme di compartecipazione da parte del ceto proprietario, diversificazione delle scelte colturali), sia le peculiarità legate al diverso contesto sociale e produttivo delle varie province.

Fra Stato, "agrarie" e leghe. L'agricoltura emiliano-romagnola dalla guerra ala pace (1918-1920) / DEGLI ESPOSTI, Fabio. - (2020), pp. 11-66.

Fra Stato, "agrarie" e leghe. L'agricoltura emiliano-romagnola dalla guerra ala pace (1918-1920)

Fabio Degli Esposti
2020

Abstract

Il saggio si occupa della transizione del settore agricolo italiano dalla guerra alla pace prendendo in considerazione il caso di una delle regioni più importanti, quella emiliano-romagnola. Sulla scorta di un’ampia rassegna della bibliografia esistente, dello spoglio di una considerevole pubblicistica di carattere politico, economico, sindacale e tecnico, nonché di alcuni sondaggi archivistici relativi soprattutto alla gestione dell’ordine pubblico, il lavoro vuole sottolineare in primo luogo gli aspetti di continuità fra periodo bellico e postbellico dal punto di vista della legislazione e delle politiche relative al settore agricolo. Nella seconda parte del saggio sono invece considerati i conflitti agrari che interessarono la regione emiliano-romagnola durante il cosiddetto “biennio rosso”, cogliendone sia i tratti generali comuni (controllo del mercato del lavoro da parte delle organizzazioni operaie, tentativi di estendere le forme di compartecipazione da parte del ceto proprietario, diversificazione delle scelte colturali), sia le peculiarità legate al diverso contesto sociale e produttivo delle varie province.
Dalla fine della guerra alla nascita del fascismo- Un punto di vista regionale sulla crisi del primo dopoguerra (Emilia Romagna, 1918-1920)
Carlo De Maria
9788833641652
Pendragon
ITALIA
Fra Stato, "agrarie" e leghe. L'agricoltura emiliano-romagnola dalla guerra ala pace (1918-1920) / DEGLI ESPOSTI, Fabio. - (2020), pp. 11-66.
DEGLI ESPOSTI, Fabio
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Agrarie&Leghe.pdf

non disponibili

Descrizione: Saggio in volume collettaneo.
Tipologia: Post-print dell'autore (bozza post referaggio)
Dimensione 1.27 MB
Formato Adobe PDF
1.27 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/1200830
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact