Alimentazione, ambiente e malattie cronico-degenerative: nuove metodologie di valutazione del rischio