Fra scienza e sacro: il discorso spaziale della salute