Quella spigliata lezione sull'agire politico come condizione umana