Il principio dell’interesse superiore del minore costituisce attualmente oggetto di grande attenzione da parte della dottrina e impegna su molteplici fronti la giurisprudenza e lo stesso legislatore, in un confronto non sempre facile con le rilevanti fonti di diritto sovranazionale. Il principio si è affermato nel corso dell’Ottocento nel contesto degli ordinamenti nazionali quale criterio guida per le decisioni giudiziali concernenti i minori, perlopiù con riguardo al contenzioso in ordine all’affidamento dei figli. Nel corso del Novecento emerge e si consolida anche sul piano del diritto internazionale, sino ad affermarsi come uno dei principi fondamentali sottesi alla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo, adottata il 20 novembre 1989. Nel contesto europeo, particolare rilevanza nell’applicazione evolutiva del principio assume la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti e delle libertà fondamentali (Cedu). Sebbene la Cedu non preveda espressamente il principio dell’interesse superiore del minore, questo si è gradualmente affermato nella giurisprudenza di Strasburgo di pari passo ad una valorizzazione dei diritti dei minori. In tale processo la Corte europea ha costantemente fatto riferimento alla Convenzione di New York del 1989 quale strumento interpretativo, e talora anche agli atti del Comitato dei diritti del fanciullo, organo di controllo istituito dalla Convenzione stessa. Lo scopo del contributo è di formulare alcune osservazioni in ordine al principio in esame, rilevanti per l’operatore nazionale, esplorando la portata del principio alla luce delle indicazioni che promanano dal Comitato dei diritti del fanciullo oltre che dalla giurisprudenza di Strasburgo.

L’interesse superiore del minore. Ulteriori "tessere" per la ricostruzione di una nozione poliedrica / Sonelli, Silvia. - In: RIVISTA TRIMESTRALE DI DIRITTO E PROCEDURA CIVILE. - ISSN 0391-1896. - 4(2018), pp. 1373-1400.

L’interesse superiore del minore. Ulteriori "tessere" per la ricostruzione di una nozione poliedrica

Sonelli, Silvia
2018

Abstract

Il principio dell’interesse superiore del minore costituisce attualmente oggetto di grande attenzione da parte della dottrina e impegna su molteplici fronti la giurisprudenza e lo stesso legislatore, in un confronto non sempre facile con le rilevanti fonti di diritto sovranazionale. Il principio si è affermato nel corso dell’Ottocento nel contesto degli ordinamenti nazionali quale criterio guida per le decisioni giudiziali concernenti i minori, perlopiù con riguardo al contenzioso in ordine all’affidamento dei figli. Nel corso del Novecento emerge e si consolida anche sul piano del diritto internazionale, sino ad affermarsi come uno dei principi fondamentali sottesi alla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo, adottata il 20 novembre 1989. Nel contesto europeo, particolare rilevanza nell’applicazione evolutiva del principio assume la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti e delle libertà fondamentali (Cedu). Sebbene la Cedu non preveda espressamente il principio dell’interesse superiore del minore, questo si è gradualmente affermato nella giurisprudenza di Strasburgo di pari passo ad una valorizzazione dei diritti dei minori. In tale processo la Corte europea ha costantemente fatto riferimento alla Convenzione di New York del 1989 quale strumento interpretativo, e talora anche agli atti del Comitato dei diritti del fanciullo, organo di controllo istituito dalla Convenzione stessa. Lo scopo del contributo è di formulare alcune osservazioni in ordine al principio in esame, rilevanti per l’operatore nazionale, esplorando la portata del principio alla luce delle indicazioni che promanano dal Comitato dei diritti del fanciullo oltre che dalla giurisprudenza di Strasburgo.
4
1373
1400
L’interesse superiore del minore. Ulteriori "tessere" per la ricostruzione di una nozione poliedrica / Sonelli, Silvia. - In: RIVISTA TRIMESTRALE DI DIRITTO E PROCEDURA CIVILE. - ISSN 0391-1896. - 4(2018), pp. 1373-1400.
Sonelli, Silvia
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
S.Sonelli.RTDPC.2018.pdf

non disponibili

Descrizione: articolo principale
Tipologia: Versione dell'editore (versione pubblicata)
Dimensione 176.51 kB
Formato Adobe PDF
176.51 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/1169957
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact