L’associazione in partecipazione con associato d’opera: un tipo contrattuale «sospetto»